ACI, numero verde sulla mobilità nazionale nell'ermergenza Covid-19. Una fotografia del parco circolante nel 2019 

Pubblicato il: 24/03/2020
Autore: Redazione GreenCity

L’800.18.34.34 è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 20.00 per avere informazioni sul trasporto pubblico locale, stazioni ferroviarie, porti, aeroporti, documenti e uffici PRA. Forniti anche i numeri sulla circolazione nel corso di tutto il 2019

Da oggi ACI Infomobility ha attivato il numero verde 800.18.34.34 - per fornire informazioni relative alla situazione dei trasporti nel nostro Paese (trasporto pubblico locale, stazioni ferroviarie, porti, aeroporti, ecc.) oltre che sull’operatività degli uffici del Pubblico Registro Automobilistico (PRA).
Il numero già attivo per le notizie Luceverde sulla viabilità - chiarirà, inoltre, di cosa può avere bisogno e quali documenti deve portare con sé chi ha necessità di spostarsi in questo periodo di emergenza e sarà gestito da un team di risorse specializzate ACI Infomobility, che - nel pieno rispetto delle misure adottate dal Governo per contenere la diffusione del Coronavirus - lavoreranno da casa, in regime di smart working.   
trafficoauto

Il parco circolante nel 2019

Ed ecco qualche numero sulla circolazione nell’anno 2019. Al 31 dicembre 2019 la fotografia mostra un parco di veicoli circolanti pari a 52.401.299 (+1,4% rispetto al 2018), di cui 39.545.232 auto (in crescita del +1,35%), 5.775.006 veicoli commerciali e industriali (+ 1,3%) e 6.896.048 motocicli (+1,7%).
Per quanto riguarda, invece, le alimentazioni, l'incremento maggiore è quello dell'ibrido a gasolio, quasi quadruplicato: +290,2%. Seguono elettrico (+87%) e ibrido a benzina (+32%), sebbene si tratti ancora di un mercato di nicchia, con quote che non raggiungono l'1% del totale del parco auto.
Gli aumenti più modesti, invece, sono stati rilevati per le alimentazioni tradizionali: benzina (+0,5%) e gasolio (+0,9%). Bisogna, però, sottolineare che le pesanti flessioni subite dalle iscrizioni di auto nuove a gasolio nel 2019 non hanno ancora avuto effetto sul parco.

Classe euro: Euro 6 + 27%, Euro 0/3 –6,6%

In relazione alla suddivisione del parco auto in base alla classe euro, si registra un incremento di circa il 27% delle auto Euro 6 (9.035.054). Le auto fino all'euro 3 (12.841.670) sono diminuite del 6,6%. Al Nord, le auto fino all'euro 3 variano dal 12 al 29%, a seconda della Regione; al Centro, dal 31 al 37%; al Sud e Isole, dal 38 al 48%.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: