Il servizio di car-sharing car2go arriva a Torino

Pubblicato il: 24/03/2015
Autore: Redazione GreenCity

Il costo del noleggio è di 0,29 Euro al minuto, incluse tasse, assicurazione, carburante, costi di parcheggio, i primi 50 km e IVA.

Car2go ha aperto le registrazioni a Torino. A partire dall’8 aprile infatti saranno disponibili 100 smart fortwo, un veicolo “Enviromental- friendly”, con una emissione di 98 g C02/km, e la flotta a regime di car2go sarà composta da 450 smart.
I veicoli di car2go possono essere noleggiati in qualunque momento e il sistema opera senza stazioni di noleggio dedicate, permettendo all’utente di posteggiare in qualsiasi parcheggio pubblico all’interno dell’area operativa di circa 60 chilometri quadrati. 
Gli utenti registrati pagano solamente il reale utilizzo che fanno del servizio, senza canoni aggiuntivi mensili o annuali, con un costo di 0,29 Euro al minuto all-inclusive (tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA).
Le auto car2go possono accedere alla ZTL - Zone a Traffico Limitato - Centrale e Romana, ma non possono utilizzare le corsie preferenziali dedicate a bus e taxi o varcare la ZTL Valentino o le aree pedonali.
Sarà inoltre possibile parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu.
I clienti possono registrarsi online su www.car2go.com/it/torino o presso lo shop car2go in Corso Stati Uniti 16/G. Per iscriversi occorre avere almeno 18 anni compiuti e possedere una patente di guida valida. Il pagamento del servizio avviene tramite carta di credito o carta prepagata e l’iscrizione è gratuita durante il periodo di lancio (fino al 31 maggio). Dopo tale periodo, la registrazione avrà un costo di 19 euro una tantum, senza alcuna sorpresa per l’utente che pagherà sempre e solo l’utilizzo effettivo del veicolo in maniera chiara e trasparente. 
Il servizio car2go è interoperabile in Italia e in tutta Europa: gli iscritti a car2go di Torino possono utilizzare il servizio anche a Milano, Roma e Firenze e in tutte le città europee dove car2go è presente, così come coloro che si sono registrati a Milano, Roma, Firenze e nel resto d’Europa possono utilizzare il servizio a Torino.

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: