GreenItNet, progetto europeo di scambio di “buone pratiche” tra le città

Pubblicato il: 30/10/2014
Autore: Redazione GreenCity

Tra i progetti presentati c'è stato Wimove: utilizzando il proprio pc, smartphone o tablet, si può pianificare il proprio viaggio, scegliere il mezzo di trasporto e essere informati sui servizi turistici e culturali della città.

Si è svolta al Tempio di Adriano a Roma la giornata conclusiva del progetto europeo “GreenItNet”, che prevede lo scambio di buone pratiche tra città europee. 
Due sono i progetti che hanno coinvolto la Capitale. Il primo, Wimove - presentato da Roma - ha unito la domanda di mobilità di romani e turisti con la domanda di attività culturali, creando servizi gratuiti di infomobilità.. Con Wi-move, utilizzando il proprio pc, smartphone o tablet, si può pianificare il proprio viaggio, scegliere il mezzo di trasporto e essere informati sui servizi turistici e culturali della città. Il progetto ha incontrato l’interesse di città come Amsterdam, Catania e Malta ed è stato inserito nel database delle buone prassi ICT (Information and Communication Technology) del progetto europeo GreeITNet.
Bicing è il secondo progetto, targato Barcellona, adottato da Roma Capitale e propone l’uso della bicicletta al posto di veicoli inquinanti, insieme all’uso del trasporto pubblico per gli spostamenti in città. Il modello si propone anche di migliorare l’utilizzo ICT per i servizi di bike sharing e prevede stazioni di biciclette in tutta la città per indirizzare i cittadini verso una mobilità sostenibile.
“Una delegazione del nostro dipartimento Mobilità - ha detto l’assessore Leonori - è andata a studiare questo modello direttamente a Barcellona e il viaggio studio ha permesso di acquisire competenze ed esperienze che serviranno ora per progettare il modello romano di “BICING”. Le buona pratiche, insomma, diventano modello da seguire per rendere le città migliori e più vivibili. L’Europa in questo può essere la nostra grande risorsa e la nostra grande opportunità”.

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: