Trasporto pubblico, venerdì sciopero

Pubblicato il: 30/05/2014
Autore: Redazione GreenCity

A Milano l’agitazione è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 al termine del servizio. A Roma dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio.

Oggi, venerdì, 30 maggio, trasporto pubblico a rischio per la concomitanza di vari scioperi indetti dai sindacati  Faisa Cisal e Usb a livello comunale, regionale e nazionale. 
Le agitazioni territoriali sono in programma dalle 8,30 alle 12,30. Quella nazionale sarà di 24 ore e in questo caso a Roma autobus, ferrovie gestite dall'Atac e metropolitane saranno a rischio dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Il funzionamento della rete a Roma sarà comunque regolare fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20 quando saranno in vigore le fasce di garanzia previste dalla legge.
A Milano invece, il provvedimento Area C sarà sospeso tutta la giornata. Resta attivo il divieto di accesso e circolazione all’interno della Ztl Cerchia dei Bastioni per i veicoli di lunghezza superiore a 7,5 metri.
A Milano l’agitazione è prevista dalle 8.45 alle 15.00 e dalle 18.00 al termine del servizio.  
A Napoli si potrebbero verificare disservizi su  Linea 1Funicolari e bus. I servizi minimi saranno garantiti secondo le seguenti modalità:

Linee bus
il servizio sarà garantito dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Le ultime partenze saranno effettuate circa 30 minuti prima dell'inizio dello sciopero mentre il servizio tornerà completamente regolare circa 30 minuti dopo la fine dello sciopero. 

Metro Linea 1
ultima corsa del mattino con partenza da Piscinola alle ore 9.12 e da Garibaldi alle ore 9.20. Il servizio riprende nel pomeriggio con prima corsa da Piscinola alle ore 17.28 e da Garibaldi alle ore 18.08. Il servizio termina con ultima corsa da Piscinola alle ore 19.44 e da Garibaldi alle ore 19.52.

Funicolari Centrale, Chiaia, Montesanto e Mergellina
ultima corsa del mattino alle ore 9.20. Il servizio riprende alle ore 17.00 e termina con ultima corsa alle ore 19.50

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: