▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Torino-Trieste in elettrico con Electra: la ricarica ultraveloce attraversa il Nord Italia

Pubblicato il: 17/05/2024
Autore: Redazione GreenCity
Con le nuove aperture delle stazioni per la ricarica ultraveloce di Electra, che consentono una ricarica in 20 minuti, è ormai possibile percorrere tutti i 545 km di autostrada tra Torino e Trieste a bordo di un’auto elettrica circa nello stesso tempo di un’auto a benzina.

Viaggiare da Trieste a Torino e proseguire fino a Parigi, in auto elettrica con poche e brevi ricariche, impiegando lo stesso tempo di un’auto a benzina. È ormai possibile grazie all’infrastruttura sempre più capillare che Electra sta realizzando su tutto il territorio nazionale. L’azienda specializzata nella ricarica ultraveloce di veicoli elettrici ha inaugurato quest’anno nuove stazioni di ricarica in prossimità dei caselli autostradali, grazie alle quali percorrere tutti i 545 km del tratto autostradale che collega Torino a Trieste. Nell’ultimo anno Electra ha infatti cominciato a dislocare le proprie stazioni in diverse località del Nord Italia, collegandolo da ovest a est: questo facilita i collegamenti sia all’interno dei confini nazionali che oltralpe, grazie alla forte presenza di “hub supercharger” Electra anche in Francia e all’infrastruttura di ricarica installata lungo i 1.253 km di tratta tra Trieste e Parigi.

Per incentivare gli automobilisti a scegliere l’auto elettrica è necessario portare la user experience della stazione di ricarica a un livello pari, se non superiore, del tradizionale pit-stop alla stazione di carburante. Ad oggi l’Italia è in testa rispetto alle altre nazioni europee con 23 punti di ricarica ogni 100 BEV (battery electric vehicle) circolanti e 3,4 punti di ricarica DC (corrente continua) ogni 100 BEV circolanti. Questo significa che l’86% del territorio nazionale ha almeno un punto di ricarica ogni 10 km e che, in autostrada, almeno una stazione di servizio su tre è fornita di un’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici. Una corsa a velocità decisa verso una mobilità sempre più sostenibile che solo nell’ultimo trimestre ha registrato, rispetto al precedente, una crescita del +31% per i punti di ricarica in DC e del +72% per i punti ultraveloci.

La mobilità elettrica ha il grande vantaggio di rappresentare una soluzione per abbattere le emissioni di CO2 con impatto neutro, o addirittura positivo, sui costi di rifornimento per gli automobilisti. Ponendo ad esempio il caso della tratta autostradale Torino-Trieste, al volante di una Fiat 500 BEV, tra le auto elettriche più vendute nel 20232, si affronterà una spesa per il rifornimento di energia che, a seconda dell’autonomia della batteria e dell’eventuale sottoscrizione di forme di abbonamento che consentono di abbassare notevolmente il prezzo della ricarica, può scendere anche del 20-30% rispetto ai motori termici.

Nella tratta in considerazione, i viaggiatori possono rifornirsi ai 4 punti di ricarica installati in prossimità del casello di Rondissone (TO), agli 8 posizionati all’ingresso della città di Novara nel parcheggio del Centro Commerciale San Martino 2, ai 4 punti di ricarica a Cambiago, alle porte di Milano, in prossimità dell’uscita autostradale, ai 4 ospitati all’interno del polo commerciale Garda Doors di Lonato del Garda (BS), agli 8 situati presso l’area parcheggio del Parco Commerciale ICS di Peschiera del Garda (VR) e ad altri 8 punti di ricarica usufruibili a Portogruaro, in provincia di Venezia, nel parcheggio del Centro Commerciale Adriatico.

E da Torino è possibile raggiungere agevolmente Parigi. Nel tragitto, infatti, si può ricaricare l’auto elettrica lungo la rete autostradale tra le due nazioni, efficientemente infrastrutturata da Electra, e sfruttare l’occasione per visitare le località fornite da hub di ricarica, come Ginevra o Digione, individuabili facilmente da App.

Gli hub supercharger di Electra sono alimentati al 100% da energia rinnovabile e accessibili 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Le stazioni di ricarica offrono una user experience intuitiva e immediata: l’automobilista può infatti individuare e prenotare in anticipo la colonnina tramite app, visualizzando comodamente sul proprio device una stima di tempi e costi previsti per le operazioni di ricarica. Il rifornimento di energia si paga direttamente in app, con carta di credito o con abbonamento prepagato.

Electra si occupa inoltre dell'intero processo di installazione e gestione delle stazioni di ricarica presso parcheggi pubblici e privati di supermercati, centri commerciali, catene alberghiere, ristoranti e autogrill autostradali, prendendosi carico di tutti gli investimenti necessari per trasformare e gestire gli hub: dall’acquisto del materiale alle pratiche amministrative, dalla progettazione all’installazione, dalla manutenzione al servizio clienti. Una strategia che consente ai proprietari dei parcheggi di mettere a reddito a lungo termine questi spazi, affittandoli ad Electra per l’usufrutto del terreno e l’installazione degli hub di ricarica ultrarapida. Inoltre, nel caso di supermercati, centri commerciali e catene alberghiere, la possibilità di mettere a disposizione nei propri parcheggi dei punti di ricarica ultraveloce rappresenta un’opportunità per migliorare l’esperienza della clientela, consentendole di ricaricare l’auto mentre si dedica ad altro.



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag: Mobilità

Canali Social: