Qualità aria: ‘scatola nera’ Move-in anche a Milano

Pubblicato il: 24/10/2019
Autore: Redazione GreenCity

I proprietari di auto benzina Euro 0 e Diesel Euro 0,1,2 e 3 possono installare la black-box, che consentirà di monitorare le percorrenze, tenendo conto dell’uso effettivo del veicolo e dello stile di guida adottato.

La Regione Lombardia e il Comune di Milano hanno trovato l’accordo che consentirà, a chi installerà il dispositivo ‘Move-in’ sulla propria auto, di percorrere un certo numero di km all’interno di Area B a Milano.
“Abbiamo definito un accordo politico con il Comune di Milano e in generale con i Comuni lombardi – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo – nella prospettiva di poter utilizzare Move-in a Milano nelle zone a traffico limitato motivate da ragioni ambientali come è area B a Milano, al fine di garantire ai cittadini semplicità e uniformità di regole. Abbiamo bisogno di comportamenti virtuosi e rispettosi per l’ambiente, ma con regole facilmente comprensibili per i cittadini. Nei prossimi giorni, in sede tecnica, definiremo le modalità: all’interno di queste zone come Area B si potrà percorrere solo una parte della deroga chilometrica complessiva che Move-in consente. Ad esempio, dei 7.000 km consentiti in tutto il territorio oggetto di limitazioni in Regione Lombardia ai veicoli Diesel Euro 3, se ne potrà percorrere solo una certa percentuale all’interno di queste aree oggetto di ulteriori limitazioni, come area B. Ho proposto il 30% e nei prossimi gironi definiremo i contenuti specifici. L’auspicio sarebbe riuscire ad avere l’operatività per gennaio 2020″.
Move-In è un progetto sperimentale della Regione Lombardia che prevede che i cittadini proprietari di auto benzina Euro 0 e Diesel Euro 0,1,2 e 3 potranno installare una scatola nera (black-box), che consentirà di monitorare le percorrenze, tenendo conto dell’uso effettivo del veicolo e dello stile di guida adottato. Le limitazioni alla circolazione non scatteranno più in funzione dell’orario e del giorno settimanale, ma solo a seguito dell’esaurimento del chilometraggio permesso a ciascuna tipologia di veicolo. Pertanto, sarà possibile scegliere liberamente quando usare l’auto, tenendo presente che una velocità moderata, con uno stile di guida più fluido, permetterà di risparmiare emissioni e di ottenere un ecobonus, che si aggiungerà ai chilometri di percorrenza consentiti.

Per aderire al servizio, il proprietario del veicolo, utilizzando SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta nazionale dei Servizi con lettore e PIN), può accedere alla piattaforma regionale dedicata al servizio http://www.movein.regione.lombardia.it.
Una volta registrati e dopo aver inserito i dati del proprio veicolo, è possibile scegliere il fornitore del servizio telematico (TSP) accreditato al progetto Move-In. Successivamente, stabilito il contatto con il TSP, sarà possibile decidere in quale officina recarsi per l’installazione della black-box. La piattaforma telematica per aderire e gestire i servizi di Move-In sarà raggiungibile tramite web application, ove si potrà aderire al servizio e richiedere la deroga per i veicoli. Sarà inoltre disponibile una mobile application (App) per smartphone, disponibile su Google Play e App Store, che consentirà di monitorare la percorrenza chilometrica e gli eventuali bonus accumulati, oltre a ricevere le notifiche relative al ciclo di vita della deroga 
La scatola nera (black-box) di Move-In andrà installata presso i centri autorizzati indicati dal TSP prescelto. Il costo è pari a 50 euro per il primo anno (30 euro per l’installazione e 20 euro fornitura del servizio) e a 20 euro a ogni rinnovo. Il servizio ha validità di un anno dalla data di comunicazione dell’attivazione e andrà rinnovato ogni anno.

Il saldo dei chilometri percorsi è aggiornato giornalmente e il conteggio è effettuato solo sui tratti stradali percorsi all’interno del perimetro delle aree oggetto di limitazione. Il progetto Move-In prevede inoltre la possibilità di premiare comportamenti di guida del veicolo, attribuendo chilometrici aggiuntivi in caso di
  •  percorrenza su strade extraurbane; – percorrenza su autostrade con velocità compresa tra 70 Km/h e 110 Km/h
  • stile di guida ecologico su strade urbane
Per ogni chilometro percorso nelle Aree 1 e 2 – che viene sottratto al quantitativo totale assegnato – è possibile aggiungere una frazione di chilometro aggiuntivo da poter percorrere.  La quantificazione avviene così:
  •  – 0,2 Km di ecobonus ogni chilometro percorso su strade extraurbane;
  • – 0,2 Km di ecobonus ogni chilometro percorso su autostrade con velocità compresa tra 70 Km/h e 110 Km/h;
  • – 0,1 Km di ecobonus ogni chilometro percorso su strade urbane con uno stile di guida ecologico (ecoguida).



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: