Aston Martin presenta ufficialmente il rimo modello elettrico: Rapid E

Pubblicato il: 17/04/2019
Autore: Redazione GreenCity

Rapide E è dotato di un sistema di batterie a 800 V per maggiori efficienze di ricarica. I motori gemellati posteriori producono 610 CV e 950 Nm di coppia. La produzione è limitata a 155 esempi

Aston Martin ha svelato il modello finale, pronto per la produzione, della sua prima auto di produzione completamente elettrica: la spettacolare Rapide E che ha fatto il suo debutto mondiale al salone automobilistico cinese di Shanghai.
Rapide E, che sarà disponibile in sole 155 unità, rappresenta un primo passo pionieristico verso il raggiungimento della più ampia strategia di elettrificazione dell'azienda. 
Dentro e fuori, Rapide E è equipaggiata con i materiali e la tecnologia che si addicono al primo modello EV della marca. I display analogici sono ormai un ricordo del passato. Un display digitale da 10 "ora è al loro posto, fornendo tutte le informazioni chiave al conducente mentre è in movimento, incluso lo stato di carica della batteria, i livelli di potenza del motore corrente, le prestazioni rigenerative e un calcolatore in tempo reale del consumo energetico. Le strisce di fibra di carbonio sono state distribuite in tutto, aiutando a consegnare i severi obiettivi di peso stabiliti dal team di ingegneri di Aston Martin fin dall'inizio.
Estendendo l'esperienza oltre l'auto, un'app dedicata consente di monitorare da remoto le informazioni chiave dell'auto attraverso la quale è possibile visualizzare tra le altre cose lo stato della batteria e il tempo di ricarica, oltre a consentire l’invio delle destinazioni di navigazione dall'app all'auto per una più facile pianificazione del percorso. Sempre tramite app, sarà possibile anche vedere dove l’auto è parcheggiata, con indicazioni di percorso a piedi a piedi fornite per aiutare a ri-localizzarla in luoghi affollati. Infine, è possibile tenere traccia della salute e dello stato di Rapide E dall'app, fornendo promemoria come quando è necessario un intervento importante. Durante tutto il processo di sviluppo, il team di ingegneri AML / WAE ha prima focalizzato i propri sforzi sulla ricerca di soluzioni di imballaggio per il sistema di batterie e motori all'interno dell'architettura Rapide prima di lavorare per ottenere un raffreddamento efficace delle batterie e dei motori.
rapide e (1)Rapide E è alimentato da una batteria di architettura elettrica da 800 V, racchiusa in un involucro di fibra di carbonio e Kevlar, con una capacità installata di 65 kWh che utilizza oltre 5600 celle cilindriche in formato 18650 agli ioni di litio. Questo pacco batterie su misura si trova dove sono stati posizionati il ​​V12, il cambio e il serbatoio originali da 6,0 litri, con il sistema 800 V che consente una ricarica più efficiente e caratteristiche termiche notevolmente migliorate rispetto alle architetture elettriche esistenti. Questo sistema di batterie alimenta due motori elettrici montati posteriormente producendo una potenza target combinata di poco più di 610 CV e una colossale 950 Nm di coppia. 
La gamma di Rapide E è di oltre 200 miglia nell'ambito della procedura di prova per veicoli leggeri armonizzati in tutto il mondo (WLTP), mentre il modello è in grado di ricaricarsi ad una velocità di 1851,2 miglia di raggio orario utilizzando un tipico caricatore da 400V 50kW. Tuttavia, il sistema di batterie ad alta tensione da 800 V della vettura consente una ricarica più rapida di 3101,2 miglia di raggio all'ora, utilizzando una presa da 800 V che fornisce 100 kW o superiore.
Per la ricarica di destinazione, l'auto dispone anche di un caricatore di bordo CA ad alta potenza leader del settore in grado di ricaricare la batteria in appena 3 ore. La velocità massima per Rapide E è 155 miglia all'ora, con un tempo inferiore a 4,0 secondi 0-60 mph e un tempo di 50-70 mph di soli 1,5 secondi. Queste cifre non sono limitate a una finestra stretta di carica della batteria o condizioni climatiche, invece, grazie all'architettura all'avanguardia 800V, Rapide E offrirà le sue prestazioni in modo coerente e ripetibile come ci si aspetterebbe da un prodotto Aston Martin tradizionale. Ciò include la possibilità di guidare un giro completo del Nürburgring senza riduzione delle prestazioni della batteria o dei motori. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: