Volkswagen presenta la supercar elettrica realizzata con tecnologia ANSYS

Pubblicato il: 19/06/2018
Autore: Redazione GreenCity

Dietro al prototipo di un'auto sportiva da 680 cavalli, il pilota della Volkswagen Romain Dumas tenterà di stabilire un nuovo record per le auto elettriche nel corso della 96esima edizione della leggendaria Pikes Peak International Hill Climb Race.

Volkswagen Motorsport si sta preparando a tagliare il traguardo della celebre Pikes Peak International Hill Climb con la sua prima auto da corsa completamente elettrica, la Volkswagen I.D. R Pikes Peak, sviluppata nel quadro della nuova collaborazione con ANSYS.
Decisa a stabilire un nuovo record nella categoria delle auto elettriche, Volkswagen Motorsport si è avvalsa delle soluzioni ANSYS di Pervasive Engineering Simulation per creare un prototipo digitale del sistema di batterie e ottimizzare il sistema di propulsione elettrica dell’auto da corsa I.D. R Pikes Peak.
 
Dietro al prototipo di un'auto sportiva da 680 cavalli, il pilota della Volkswagen Romain Dumas tenterà di stabilire un nuovo record per le auto elettriche nel corso della 96esima edizione della leggendaria Pikes Peak International Hill Climb Race. L'aerodinamica della I.D. R Pikes Peak è stata appositamente sviluppata per affrontare le condizioni estreme e le sfide specifiche della Pikes Peak International Hill Climb.
La pista, unica nel suo genere, è lunga 19,99 chilometri e presenta 156 curve in salita, passando dai 2.862 metri sul livello del mare della linea di partenza fino ai 4.302 metri di altitudine del traguardo.
 L'alta quota comporta una riduzione della densità dell'aria di circa il 35%, il che crea condizioni aerodinamiche diverse rispetto a quelle di una pista che si snoda su un terreno pianeggiante.
Oltre che per i dati in tempo reale e i risultati istantanei, le soluzioni ANSYS sono state utilizzate per simulare condizioni di guida non riproducibili in una tradizionale galleria del vento. Grazie ad ANSYS, gli ingegneri di Volkswagen hanno potuto calcolare il bilanciamento ideale tra flusso d'aria di raffreddamento e perdita aerodinamica e definire un sistema di raffreddamento della batteria ottimale in modo da garantire le migliori prestazioni possibili del veicolo.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: