Batterie veicoli elettrici Nissan impiegate per lo stoccaggio di elettricità rinnovabile

Pubblicato il: 19/03/2020
Autore: Redazione GreenCity

Nissan, TenneT e The Mobility House hanno avviato un nuovo progetto V2G per aumentare le energie rinnovabili e ridurre la CO2 con i veicoli elettrici.

L’operatore di trasmissione energetica TenneT, Nissan e la società tecnologica The Mobility House hanno portato a termine un progetto vehicle-to-grid (V2G) che getta le basi per aumentare le quote di energia rinnovabile in Germania.
Nell’ambito di un progetto pilota (SINTEG) promosso dal ministero tedesco per l’economia e l’energia, alcune batterie di veicoli 100% elettrici Nissan LEAF vengono impiegate per lo stoccaggio di elettricità rinnovabile prodotta localmente, allo scopo di stabilizzare la rete elettrica durante i picchi di domanda.
Il progetto ha implementato una soluzione vitale per una problematica che interessa sempre più spesso il mercato energetico tedesco, dove molta energia non può essere utilizzata a causa di colli di bottiglia del trasporto dovuti all’immissione decentralizzata delle energie rinnovabili (46% nel 2019).
Al fine di evitare questi colli di bottiglia, TenneT è costretta a limitare il surplus di energia rinnovabile nel nord della Germania, aumentando al tempo stesso la generazione di energia da fonti convenzionali nel sud, con costi notevoli, specialmente nei momenti di picco.
Per superare il problema, l’energia eolica disponibile nel nord della Germania viene impiegata per alimentare i veicoli elettrici della regione. Allo stesso tempo l’elettricità delle batterie dei veicoli a zero emissioni Nissan LEAF completamente cariche viene immessa nella rete elettrica per evitare l’aumento di generazione da combustibili fossili.
Durante l’operazione di condivisione dell’energia si tiene conto delle esigenze di mobilità e di ricarica degli utilizzatori dei veicoli elettrici. Ciò consente un aumento dell’utilizzo delle energie rinnovabili e una riduzione delle limitazioni di utilizzo dell’energia eolica nella parte settentrionale del Paese, senza sostenere costi eccessivi o perdere preziosa energia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: