I Giardini di Castel Trauttmansdorff: un vero divertimento per famiglie e bambini

Pubblicato il: 17/03/2022
Autore: Redazione GreenCity

Tante sono le iniziative che vedono protagonisti i più piccoli; tra queste le visite guidate per famiglie, che hanno luogo tutti i giovedì di luglio e agosto alle ore 10.30. Ogni visita si conclude con un workshop in cui i bambini sono coinvolti in attività creative.

In una sola giornata trascorsa ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, i bambini possono imparare e vivere moltissime avventure divertenti ed entusiasmanti. Qui, infatti, l’approccio educativo e divulgativo si declina in attività, spunti e stimoli molto coinvolgenti che facilitano l’apprendimento di tante informazioni curiose e interessanti sul mondo botanico, ma non solo.
Percorrendo l’area dei Giardini e incontrando le diverse attrazioni presenti, i bambini possono dare libero sfogo alla loro fantasia e alla loro immaginazione. Primo tra tutti il ponte delle avventure che, attraversando un bosco di ontani, fa percepire il vuoto sotto i piedi ad ogni passo e regala così emozioni e divertimento agli ospiti più piccoli.
A questo seguono tutti gli animali particolari presenti nei giardini, dagli alpaca alle coloratissime rane freccia nella Serra, dalle pecore Zackel alle iguane e agli insetti foglia. Ogni incontro e approfondimento stimola nuove domande e nuove curiosità come quelle che nascono dall’osservazione del gigantesco alveare presente nella zona dei Paesaggi dell’Alto Adige. Al suo interno è contenuta la riproduzione di un’arnia in paglia intrecciata che può essere aperta, cosicché, al riparo dietro un vetro, si possa osservare una colonia di circa 60.000 api al lavoro. Ammirare questi piccoli insetti operosi è uno spettacolo che affascina molti bambini e che accende piccole scintille di consapevolezza rispetto all’importanza del lavoro delle api per tutto il nostro ecosistema.
Le emozioni continuano sottoterra grazie al Regno Sotterraneo delle Piante, le cui 5 stazioni multimediali accompagnano i bambini alla scoperta dei principali elementi che nel sottosuolo sono importanti per la crescita e lo sviluppo delle piante: acqua, radici, sostanze nutritive, accumulo di riserve energetiche e luce. Tra colpi di scena, rumori inaspettati e giochi di luci l’interesse e il coinvolgimento crescono sempre più.
Trasferendosi nell’area Boschi del Mondo, oltre alla Serra che ospita il terrario, gli ospiti più piccoli potranno incontrare le prime piante che hanno abitato la terra: le felci. Qui si trova anche un esemplare di Woellemia Nobilis, oggetto di un’importante scoperta botanica del 1994. In quell’anno, in una gola australiana, furono trovati circa centro esemplari di questa pianta, che era diffusa in tutto il mondo fino a 65 milioni di anni fa, ma che si riteneva ormai estinta.
Percorrendo il tragitto che attraversa i Boschi del Mondo, si giunge al giardino giapponese dove, soprattutto in estate, i più piccoli si divertono ad attraversare scalzi il ruscello che lo caratterizza.
Superando la risaia, si giunge poi all’ingresso di Castel Trauttmansdorff. Anche qui le sollecitazioni sono tante: le sale dove ha soggiornato l’imperatrice Sissi e il Touriseum, il museo provinciale del Turismo, che racconta le dinamiche di sviluppo del fenomeno del turismo alpino negli ultimi 250 anni. Al termine del percorso nel museo una sorpresa inaspettata attende i bambini: un gigantesco flipper in legno!
Poi due eventi di grande interesse attendono i bambini ai Giardini: “La caccia al tesoro botanicolunedì 18 aprile, in collaborazione con Grandi Giardini Italiani, e il “Fascination of plants day” il 22 maggio.
Il primo appuntamento prevede delle visite guidate che accompagneranno le famiglie alla scoperta delle principali curiosità dei Giardini. Il percorso si concluderà con una parte pratica dove i partecipanti potranno creare il loro speciale uovo di Pasqua botanico, pitturandolo con colori vegetali (è necessaria la prenotazione).
Il secondo appuntamento, invece, fa parte di una campagna mondiale di sensibilizzazione e ha l’obiettivo di avvicinare il maggior numero di persone all’affascinante mondo delle piante. Sotto il patrocinio dell’Organizzazione Europea delle Scienze delle Piante (EPSO), paesi e città di tutto il mondo partecipano a questa giornata per celebrare l’importanza delle piante per il nostro pianeta. La giornata in onore delle piante ai Giardini di Castel Trauttmansdorff offre un ricco programma: vedere, sentire, odorare e toccare con mano! Grandi e piccini potranno partecipare e “vivere” le piante.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: