Boom per i 'dog sport', sempre più persone preferiscono allenarsi con il proprio cane

Pubblicato il: 26/08/2020
Autore: Redazione GreenCity

Seguire una dieta equilibrata e mantenere sotto controllo il peso, soprattutto nei cani che praticano sport a livello agonistico, può ridurre il rischio d’infortuni.

Con l’arrivo dell’estate e delle giornate afose, con le palestre prese d’assalto in vista della prova costume, gli aperitivi dopo lavoro e le cene con gli amici, sempre più persone tendono a rimandare l’attività sportiva. Ma da oggi chi possiede un amico a quattro zampe non avrà più scuse. Il fenomeno che sta spopolando a livello internazionale si chiama “Dog Sport”, trend che permette di mantenersi in forma in modo divertente ed efficace insieme al proprio cane: basti pensare che solo su Instagram gli hashtag #dogsport e #agilitydog sono protagonisti rispettivamente di oltre 197mila e 506mila post. A testimoniare la crescita di questo trend è l’associazione American Kennel Club che ogni anno registra oltre un milione d’iscrizioni al programma di agility dog, uno sport di squadra e affinità che prevede un percorso a ostacoli con salti, slalom, tunnel, passerelle, pedane basculanti: un esercizio perfetto per entrambi, poiché fortifica il rapporto di fiducia e sviluppa una buona comunicazione. Tendenza in crescita anche nel Bel Paese: in Italia, infatti, nel 2019 i partecipanti ai campionati di agility secondo un’indagine interna della FISC (Federazione Italiana degli Sport Cinofili) sono stati circa 800
Ma quali sono gli accorgimenti che i padroni devono utilizzare per tutelare la salute dei propri cani? La prevenzione inizia dalla scelta di un’alimentazione sana e corretta e continua all’aperto con una sessione di riscaldamento muscolare e un allenamento mirato che eviti il sovraccarico e garantisca periodi di riposo.
Per ridurre i tempi di recupero dagli infortuni, infine, un valido aiuto arriva dalle ultime tecnologie come la tecarterapia per animali, il laser con lunghezze d’onda ad hoc e le onde d’urto.
 
“Sono sempre di più le persone che praticano sport con i propri cani, sia a livello professionistico, sia amatoriale, e al tempo stesso aumentano i rischi di infortuni. Per salvaguardare la salute dei nostri amici a quattro zampe è fondamentale iniziare l’allenamento con un’attività di riscaldamento muscolare – ha spiegato la dott.ssa Francesca Bussi, medico veterinario e fisiatra della Nazionale Italiana Agility Dog di FISC – Basti pensare che un buon riscaldamento può migliorare la prestazione fisica dei cani dal 2 al 7% in agility, lo sport più praticato. La mia esperienza insegna che tra gli infortuni più comuni vanno annoverati la rottura del crociato e lo sviluppo di patologie tendinee e muscolari a spalla e posteriori. Per prevenirli, così come accade per gli atleti, è necessario che anche i cani seguano un periodo di riposo durante il programma di allenamento, evitando il sovraccarico fra le varie attività sportive, un calo di entusiasmo e motivazione, e viceversa”. 
Tra gli altri sport cinofili più diffusi emerge il disc dog, una disciplina in cui il conduttore lancia un fresbee e il cane lo afferra con la bocca al volo, in salto e senza far toccare terra al disco. A livello agonistico i cani si esibiscono in salti e tricks a cui una giuria di esperti assegna un punteggio. Un altro sport cinofilo che migliora la comunicazione in modo ancora più divertente è la dog dance, una disciplina in cui il cane esegue esercizi e figure a tempo di musica seguendo i movimenti del padrone. Il canicross è una corsa campestre in cui si gareggia insieme al proprio amico a quattro zampe, il quale viene agganciato ad una cintura all’altezza della vita del conduttore. Meno competitivo, ma decisamente più avventuroso, è il dog trekking, sport che crea una forte connessione con il proprio cane e la natura attraverso sentieri di varia difficoltà e lunghezza.  
La preparazione fisica dei cani da slitta, ai quali è richiesto un addestramento specifico e uno sforzo costante, viene realizzata attraverso l’attività di bikerjoring e scootering tramite apposite pettorine e imbragature indossate dai cani e legate alla parte frontale della bicicletta o dello scooter.   

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: