In Tanzania, a caccia di scatti fotografici nei più bei parchi faunistici dell’intera Africa

Pubblicato il: 31/08/2018
Autore: Redazione GreenCity

Serengeti e Ngorongoro Crater sono il top per quanto riguarda le possibilità di avvistamento dei grandi animali africani come leoni, rinoceronti, bufali, giraffe o coccodrilli.

Wildlife e grandi emozioni, come attendere l’alba per ammirare il risveglio degli animali che si muovono in gruppo per abbeverarsi al fiume, o assistere alle tenerezze inaspettate della toilette mattutina di mamma leonessa ai piccoli. Il safari è uno dei momenti più entusiasmanti di una vacanza in Africa, ma quali sono i parchi migliori per un tour in mezzo alla natura? Per Viaggigiovani.it senza dubbio il Serengeti e il Ngorongoro, magnifiche riserve naturali situate entrambe nello stato dellaTanzania. Ci troviamo nell’Africa Orientale, non a caso non lontano dal Madagascar, la meta sognata degli animali selvatici che sognano di scappare dalla cattività del giardino zoologico di New York nel noto e omonimo film di animazione.
Come ogni regione tropicale la Tanzania ha la sua stagione delle piogge, nella quale gli spostamenti sono meno agevoli. Ma ogni momento dell’anno riserva le sue sorprese. Il Parco Nazionale del Serengeti è particolarmente consigliato nei mesi di Dicembre, Gennaio, Febbraio, Marzo, durante il periodo della Grande Migrazione, quando le mandrie che si spostano dal nord verso sud (Ndutu) attirano a sé anche numerosi predatori, e nei mesi tra Maggio e Settembre quando gli gnu attraversano il fiume Grumeti prima, e poi il Mara verso il Kenya, scampando agli attacchi di numerosi coccodrilli. A Febbraio è possibile assistere allo spettacolo delle nascite nei pressi delle pianure di Ndutu.Il Cratere di Ngorongoro è bellissimo tutto l'anno, ma particolarmente consigliato durante la stagione delle piogge, Aprile e Maggio, quando gli animali si accoppiano.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: