Vivere l'Alto Adige autentico nei masi di Gallo Rosso con malga

Pubblicato il: 30/07/2018
Autore: Redazione GreenCity

L'esperienza di un'escursione in malga avvicina le persone a comprendere ancora di più lo stile di vita dei contadini altoatesini, a scoprire un mondo nuovo fatto di animali che corrono liberi, di montagne meravigliose, di paesaggi da favola che rigenerano corpo e anima.

In Alto Adige le malghe sono in totale circa 200. Ma cos'è esattamente una malga? Una malga è la struttura immersa nel verde, ad un'altitudine che può variare dal 300 ai 2000 metri, che accoglie i contadini e le bestie nel momento dell'alpeggio. Una usanza, questa, viva ancora oggi e che fa parte, forse da sempre, dell'antica vita del contadino. Tra fine maggio e inizio giugno, infatti, i contadini accompagnano il bestiame in malga (monticazione) e lo tengono lì per tutta la durata dell'estate a brucare l'erba fresca dei pascoli in quota e al riparo dalla canicola. Una sorta di casa per vacanza per bovini, ovini, equini e caprini, con tanto di stalla per trascorrere notti fresche serene.
Alla fine della "vacanza", verso settembre, i contadini riportano il bestiame al maso (demonticazione). Le malghe sono quindi abitate solo nei mesi estivi (c'è un alloggio per i contadini e per chi gestisce la malga) e offrono agli escursionisti soprattutto ciò che producono: salumi, burro e formaggi.
Alcuni masi Gallo Rosso hanno la propria malga e i contadini accompagnano con piacere i propri ospiti a visitarla. 
Dopo una bella colazione ricca e abbondante preparata dalla contadina del maso in cui si soggiorna con i prodotti freschi e genuini del suo orto, gli ospiti si incamminano verso la malga, guidati dal contadino, che, strada facendo, racconta loro aneddoti, leggende, proprietà delle piante, segreti legati alla vita nel bosco e antichi saperi custoditi dai contadini da generazioni.
Il maso Gallo Rosso Rasterhof di Aldino, ad esempio, nei mesi di luglio e agosto su richiesta organizza per i propri ospiti un'escursione alla malga con grigliata finale, mentre il contadino del maso Ronsonholf a Castelrotto accompagna regolarmente una volta alla settimana gli ospiti a visitare gli animali in malga. Anche il maso Platschgolerhof di Tires ha una malga propria con un panorama stupendo, a 2000 metri ai piedi del Catinaccio.
Per scegliere i masi Gallo Rosso con malga da visitare con escursione guidata è sufficiente andare sul sito dell'Associazione www.gallorosso.it nella parte "ricerca agriturismo" e spuntare sotto il titolo "Altri criteri di ricerca per prestazioni" la voce "malga propria".



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: