Eni e Snam: 20 nuove stazioni di rifornimento di gas naturale e biometano in Italia

Pubblicato il: 28/08/2018
Autore: Redazione GreenCity

La mobilità a gas naturale è una delle migliori tecnologie disponibili per abbattere le emissioni inquinanti, a beneficio della qualità dell’aria, e assicura inoltre sensibili vantaggi economici ai consumatori.

Eni e Snam, attraverso la controllata Snam4Mobility hanno firmato il secondo contratto applicativo per realizzare 20 nuove stazioni di rifornimento di CNG (gas naturale compresso) per autotrazione sul territorio nazionale.
Il contratto, a distanza di alcuni mesi dalla firma del primo applicativo relativo a un lotto di 14 impianti di CNG, alcuni dei quali apriranno alle vendite entro il primo trimestre del 2019, ha per oggetto la progettazione, realizzazione e manutenzione da parte di Snam di 20 nuovi impianti di CNG all’interno della rete nazionale di distributori Eni. L’investimento per tali attività sarà nell’ordine dei 10 milioni di euro.
Con questa iniziativa, Eni intende rafforzare ulteriormente la sua offerta per la mobilità sostenibile: su una rete di 4.400 impianti, 3.500 erogano Eni Diesel+, il diesel premium con il 15% di componente rinnovabile prodotta da oli vegetali (inclusi quelli di scarto) presso la bioraffineria di Venezia attraverso la tecnologia proprietaria, mentre circa 1.000 impianti erogano GPL e metano (di cui 2 LNG e 180 CNG). 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: