▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

WEF24: delegato saudita per il clima: il Regno stabilisce le norme per l’energia globale e la sicurezza delle risorse

Pubblicato il: 18/01/2024
Autore: Business Wire
L’Arabia Saudita ha sottolineato il suo impegno a collaborare con la comunità globale per rispondere alla crescente domanda globale di energia, guidando allo stesso tempo trasformazioni verdi e cos...

Davos-Svizzera: L’Arabia Saudita ha sottolineato il suo impegno a collaborare con la comunità globale per rispondere alla crescente domanda globale di energia, guidando allo stesso tempo trasformazioni verdi e costruendo una resilienza economica integrata, oggi all’incontro annuale del Forum economico mondiale (WEF) 2024.

Parlando dell'impegno del Regno per rafforzare la resilienza a lungo termine del nesso delle risorse globali, Sua Eccellenza Adel A. Aljubeir, Ministro dello Stato degli Affari Esteri, Membro del Consiglio dei Ministri e Inviato per il Clima, ha dichiarato: “Siamo un Paese responsabile e attivo nella comunità globale e non vogliamo seguire le norme, ma piuttosto vogliamo fissarli”, in una sessione su “Passi coraggiosi per una regione sostenibile del Medio Oriente e del Nord Africa”.

“Il bisogno di energia del mondo continua ad aumentare e quel bisogno aggiuntivo di energia deve essere soddisfatto utilizzando fonti di energia alternative. Le energie rinnovabili sono chiaramente le preferite”, ha aggiunto Aljubeir, indicando la Iniziativa verde saudita (SGI), che ha implementato più di 80 iniziative del settore pubblico e privato, che rappresentano un investimento di oltre 188 miliardi di dollari per il raggiungimento degli obiettivi climatici globali.

In precedenza, in una sessione su “Resilienza: cosa significa e cosa fare al riguardo”, Sua Eccellenza Mohammed A. Aljadaan, Ministro delle Finanze, ha sottolineato la necessità di “riforme strutturali significative” affinché i paesi migliorino la resilienza “a livello istituzionale, un approccio a livello fiscale e a livello organizzativo. Poi bisogna coinvolgere il settore privato e i propri cittadini, assicurandosi di fornire loro reti di sicurezza in caso di colpi”, ha dichiarato.

Sua Eccellenza Bandar I. Alkhorayef, Ministro dell’Industria e delle Risorse Minerarie, ha dichiarato in una sessione sulle “Catene del futuro” che i settori ad alta crescita, tra cui la logistica, l’industria manifatturiera e l’estrazione mineraria, stanno diventando fattori critici della diversificazione nazionale del Regno.

“L’Arabia Saudita offre una combinazione di fattori abilitanti, tra cui energia e prodotti petrolchimici, oltre alla nostra posizione geografica”. Nell’industria, ha aggiunto Alkhorayef, l’Arabia Saudita sta lavorando con gli investitori per aiutare a costruire ed esportare prodotti competitivi ed ecologici, “non solo a lungo termine, ma a medio termine”.

Discutendo della rapida trasformazione economica del Regno a partire dal lancio della Visione saudita 2030, che si concentra sullo sviluppo di nuovi settori, Sua Eccellenza Faisal F. Alibrahim, Ministro dell'Economia e della Pianificazione, ha dichiarato: “L'Arabia Saudita ha un programma che tutti stanno esaminando, e questo programma è tutta una questione azioni coraggiose.”

“In Arabia Saudita volevamo accelerare rapidamente la nostra diversificazione. Abbiamo dato priorità a 13 settori che creano le condizioni per la redditività del settore privato", ha aggiunto Alibrahim, sottolineando che “questo è il momento in cui la cooperazione può accelerare l'innovazione in una sessione su "Gli investitori di prima istanza: l'ente governativo"

Una sessione si è tenuta presso la Saudi House come parte della serie Bold Visions. “Il futuro del settore bancario e della tecnologia in Arabia Saudita: cosa significa per gli investitori” ha ospitato Ibrahim Al-Mubarak, viceministro saudita per gli investimenti e amministratore delegato della Agenzia saudita per la promozione degli investimenti (SIPA), e l’'ingegnere Abdullah bin Mohammed Al Zamil, presidente del consiglio di amministrazione della Banca Internazionale del Golfo, Regno dell'Arabia Saudita.

Fonte: Business Wire



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Business Wire

Canali Social: