Ambiente: Degani, ok conferenza unificata a strategia adattamento clima è grande risultato

Pubblicato il: 31/10/2014
Autore: Redazione GreenCity

Il sottosegretario: “Ci dà strumenti per passi in avanti nella lotta a dissesto idrogeologico”.

La Conferenza Unificata ha espresso oggi parere positivo sulla “Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici”, il documento redatto dal Ministero dell’Ambiente che delinea l’insieme di azioni e priorità volte a ridurre l’impatto dei cambiamenti climatici sull’ambiente, sui settori socio-economici e sui sistemi naturali italiani.
“L’intesa raggiunta oggi – spiega il sottosegretario all’Ambiente Barbara Degani – rappresenta un grande risultato, perché rafforza l’impegno congiunto delle istituzioni in difesa dell’ambiente e del territorio nazionale. La condivisione della Strategia – aggiunge il sottosegretario – è anche un passo in avanti nella lotta al dissesto idrogeologico, fenomeno strettamente connesso ai mutamenti del clima, perché fornisce strumenti operativi di prevenzione e riduzione del rischio. Più in generale – conclude Degani - consente di dare una risposta d’insieme alla grande sfida che abbiamo di fronte: quella di un Paese sostenibile e in grado di creare valore aggiunto dal rispetto dell’ambiente. Per questo - spiega Degani - abbiamo accolto favorevolmente la proposta di Anci e Upi di una conferenza unificata specifica e di un tavolo di lavoro congiunto governo- enti locali sul tema dei cambiamenti climatici e del rischio idrogeologico”. 
Il documento, redatto sulla base di un accurato lavoro tecnico-scientifico-giuridico e sottoposto a una consultazione pubblica, fa diretto riferimento alla Strategia Europea di Adattamento al Cambiamento Climatico (SEACC) e rappresenta il più importante testo di ‘visione nazionale’ su come affrontare l’impatto dei mutamenti del clima per proteggere la salute e il benessere della popolazione, preservare il patrimonio naturale, migliorare la capacità di adattamento dei sistemi naturali, sociali ed economici.

Categorie: Ambiente

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: