Omega da il via al progetto Time for the Planet in Indonesia

Pubblicato il: 29/07/2014
Autore: Redazione GreenCity

Omega, insieme alla Fondazione GoodPlanet, lancia due progetti di conservazione ambientale in Indonesia nelle regioni nord e sud del Sulawesi.

Omega ha annunciato il  suo coinvolgimento in “Time for the Planet” iniziativa che include i progetti di conservazione ambientale in Indonesia nell’isola di Tanakeke e a Bahoi.
Con la partecipazione di Yann Arthus-Bertrand e della fondazione GoodPlanet OMEGA opera per la salvaguardia degli oceani, degli eco-sistemi marini e per aiutare le popolazioni che maggiormente ne traggono sostentamento. Tutto questo sarà concretizzato tramite il finanziamento di due progetti delle durata di tre anni con il focus di educare la comunità locali, gestire il patrimonio naturale delle regioni e creare delle aree marine protette.

tanakeke-1.jpg
Il progetto sull’isola indonesiana di Tanakeke si basa sull’avanzata conoscenza scientifica e sull’insegnamento alla popolazione locale, incluse le giovani generazioni, di come proteggere le proprie risorse naturali. Sulla scia del boom “dell’acqua culture” degli anni ‘90, l’isola di Tanakeke ha perso il 70% delle sue mangrovie, riducendo in maniera importante le biodiversità locali. Utilizzando un approccio partecipativo con la comunità, OMEGA e la Fondazione GoodPlanet si sono prefissi lo scopo di aiutare la rigenerazione dell’eco-sistema e guidare la comunità verso una gestione sostenibile e autonoma dell’isola e delle sue coste.

bahoi-3.jpg
Incentrato sul rispetto delle bio-diversità, il progetto di tre anni a Bahoi incoraggia la protezione dell’eco-sistema marino della zona costiera del villaggio, creando un network di Aree Marine Protette che verranno gestite dalle comunità locali. Lo scopo del progetto nella regione Nord del Sulawesi è quello di sviluppare l’eco-turismo e di accrescere la conoscenza nei membri della comunità sull’importanza delle loro risorse naturali e su come vivere in maniera sostenibile.

Categorie: Ambiente

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: