Milano: da terreno incolto a orti per bambini, rinasce area in via Arosio

Pubblicato il: 03/12/2013
Autore: Redazione GreenCity

Nel 2013, grazie alle segnalazioni dai quartieri, 3 mila mq di aree sottratte al degrado e destinate a verde e usi diversi.

Una striscia di terreno demaniale di 275 metri quadri in via Arosio a Milano, zona 8, sarà concessa in locazione alla Casa dei Bambini Montessori che la userà per ampliare gli orti curati dagli alunni della scuola dell’infanzia e della primaria.
Il terreno confina con la recinzione dei giardini della struttura scolastica e allo stato attuale è incolto e in stato di abbandono. La scuola Montessori, che ha chiesto al Comune di Milano di prendersi cura del terreno, destinerà lo spazio a verde, ne curerà la manutenzione e realizzerà un varco nella propria recinzione per garantire il passaggio. Il contratto avrà una durata di 5 anni e il canone sarà ridotto del 70% in quanto destinato ad associazione senza fini lucro (1.190 euro all’anno, invece di circa 4 mila euro).
“Solo quest’anno – afferma l’assessore alla Casa e Demanio Daniela Benelli – sono 3 mila i metri quadri di terreni e aree inutilizzate e in stato di abbandono che abbiamo destinato ad usi diversi, soprattutto verde, accogliendo le richieste arrivate dai Consigli di Zona, dai condomini e da vari enti. Si tratta di strisce di terreno, aree o parti di strade che, in alcuni casi, abbiamo anche cercato di assegnare tramite bando ma senza successo. Ben vengano dunque, le segnalazioni dei quartieri che ci aiutano a ‘mappare’ queste situazioni e a risolverle in poco tempo”.
Dal 1° gennaio ad oggi, sono state concesse aree per un totale di 3 mila metri quadri; spazi verdi incolti o strade asfaltate e in stato di abbandono spesso usate in modo improprio. Tra questi, ad esempio, il caso di via Calabiana: un’area di 540 metri quadri diventata nel tempo luogo di spaccio, prostituzione e degrado, soprattutto nelle ore serali. Accogliendo la richiesta di un condominio di via Albini, l’area è stata assegnata agli inquilini che potranno servirsene come passaggio esclusivo e chiuderla con un cancello.

Categorie: Ambiente

Tag:

Canali Social: