Il 20 e 21 novembre è Festa dell’Albero

Pubblicato il: 19/11/2013
Autore: Redazione GreenCity

Con Legambiente tanti giardini dell’accoglienza in tutto il Paese. Festa dell’Albero 2013 è organizzata da Legambiente nell’ambito della Giornata Nazionale degli Alberi promossa da Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, Miur e Corpo Forestale dello Stato.

Legambiente dedica la sua Festa dell’albero 2013 - il 20 e il 21 novembre - al tema dell’accoglienza, ai diritti dei migranti e alla questione dello ius soli.
“L’articolo 3 della nostra Costituzione - dichiara il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni - stabilisce il principio dell’uguaglianza tra le persone, impegnando lo Stato a rimuovere gli ostacoli che ne impediscano il pieno raggiungimento ma nei confronti di milioni di stranieri questo principio è disatteso. Per questo motivo, attraverso la piantumazione di nuovi alberi, simboli della natura che più di tutti ci parlano di radicamento, appartenenza e vita, vogliamo porre l’attenzione sulla rimozione di tutti gli ostacoli legislativi e culturali affinché vengano riconosciuti diritti imprescindibili a tutti”.
Tra i numerosi appuntamenti previsti, anteprima nazionale domani 20 novembre di mattina, a Roma nel Parco di Centocelle, Legambiente e In Migrazione Onlus hanno coinvolto ragazzi delle scuole, cittadini del quartiere, comunità straniere e un gruppo di richiedenti asilo pakistani che metteranno a dimora nuovi alberi e si prenderanno cura del verde pubblico; saranno inoltre organizzati laboratori di costruzione di aquiloni con materiali riciclati, seguendo le tecniche tradizionali afghane e pakistane; di giochi dal mondo e di educazione ambientale.
A Palermo Legambiente e l’Istituto comprensivo Padre Pino Puglisi realizzeranno murales nelle classi con immagini tratte dal mondo animale e vegetale della nostra isola e sarà effettuata una piantumazione nei giardini della scuola. A Pontecagnano (SA) i bambini delle scuole metteranno a dimora nuovi alberi e li dedicheranno ai loro coetanei che hanno perso la vita nella tragedia di Lampedusa.

Il 21 novembre, a Lampedusa, appunto, presso il "Giardino della Memoria e dell'Accoglienza" di Cala Galera, proseguirà la piantumazione degli arbusti, iniziata lo scorso 3 novembre in memoria delle vittime del naufragio del 3 ottobre a largo delle coste dell’isola. A Eboli (SA), negli orti presso la località di S.Antonio, Festa dell'Albero interculturale con i bambini della scuola primaria della Piana del Sele per dare vita al “giardino dell'accoglienza”, attraverso la messa a dimora di arbusti della macchia mediterranea e del Melo Annurca, del Ciliegio Bella di Napoli e del Melo Limoncella, tutte varietà tipiche campane dimenticate.
E, ancora, giardino dell'accoglienza a Potenza insieme alla comunità magrebina del quartiere Bucaletto, a Palma Campania con la comunità senegalese, in Emilia Romagna e nelle Marche presso i condominio multiculturale, rispettivamente al quartiere Navile di Bologna e all'Hotel House di Porto Recanati. Un giardino dell'accoglienza nascerà anche a Corsico (Mi) grazie a un gruppo di migranti ecuadoriani e a Capalona (Ar).
A partire da domani, sono oltre 500 gli appuntamenti in tutta Italia, dettagli su 
www.legambiente.it.
 

Categorie: Ambiente

Tag: Eventi

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: