Copernicus monitora l'inquinamento atmosferico ai tempi del coronavirus

Pubblicato il: 03/04/2020
Autore: Redazione GreenCity

Copernicus Climate Change Service e Copernicus Atmosphere Monitoring Service stanno fornendo dati e strumenti ambientali essenziali per sostenere la ricerca e il monitoraggio dell'atmosfera nelle aree colpite da COVID-19.

Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS) ha lanciato un sito ad hoc per fornire informazioni aggiornate sulla qualità dell'aria su base giornaliera e settimanale. Questo sito comprende mappe, linee temporali e grafici relativi al livello di biossido di azoto (NO2) e particolato fine (PM10) in 50 grandi città europee.
Basato su osservazioni satellitari, terrestri, e su modelli numerici all'avanguardia, il monitoraggio dell'atmosfera da parte di CAMS consente di individuare quali sono gli attuali livelli di inquinamento atmosferico in Europa e gli effetti sulla qualità dell'aria delle misure di lockdown contro COVID-19.
Il monitoraggio è abbastanza complesso, in quanto ci sono grandi variazioni previste nelle concentrazioni superficiali di inquinanti a causa dei continui cambiamenti delle condizioni atmosferiche e delle fonti di emissioni che sono ancora attive. Tuttavia, CAMS ha già rilevato una riduzione dei livelli di NO2 nella parte settentrionale dell'Italia dopo il blocco. CAMS sta inoltre esaminando altri effetti che l'inquinamento atmosferico potrebbe esercitare su COVID-19.
"Al momento, non ci sono prove che l'inquinamento atmosferico stia giocando un ruolo nella diffusione della SARS-CoV-2", commenta Vincent-Henri Peuch Director of the Copernicus Atmosphere Monitoring Service. "Tuttavia, è comprovato che l'inquinamento atmosferico influisce sulla salute cardio-polmonare e sulla risposta immunitaria. Stiamo cercando di espandere la nostra rete di collaborazioni con team di ricerca interessati a testare l'eventuale collegamento tra il virus e il particolato fine in sospensione nell'aria, per quanto riguarda la sopravvivenza e il trasporto di COVID-19."

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Ambiente

Tag:

Canali Social: