Milano: a maggio temperature inferiori a quelle tipiche, ma marzo è stato molto caldo

Pubblicato il: 11/06/2019
Autore: Redazione GreenCity

La temperatura media tra il 1° marzo e il 31 maggio 2019 è stata di 14.6°C, superiore al valore di riferimento, e sono caduti 200 mm di pioggia, meno della norma.

Una temperatura media di 14.6°C, superiore ai 14.2°C tipici del periodo, e 200 mm di pioggia contro i 252 mm corrispondenti al CLINO, la media del trentennio di riferimento. Sono questi i dati che hanno caratterizzato a Milano la primavera meteorologica - stagione compresa tra il 1° marzo e il 31 maggio 2019 - secondo le rilevazioni della centralina di Milano Centro (presso la sede centrale dell'Università degli Studi di Milano), una delle 8 gestite sul territorio cittadino dalla Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo.
Due valori che sono il risultato di tre mesi molto diversi tra loro, e smentiscono almeno in parte la percezione comune di una primavera fredda e piovosa. Se maggio, infatti, è stato da marzo 2018 il primo mese a chiudere con una temperatura media al di sotto della norma (16.2°C contro i 18.7°C del CLINO), marzo 2019 ha fatto invece registrare un valore medio di 13.1°C, superiore di quasi tre gradi a quello di riferimento (10.3°C): è stato un mese molto mite, caratterizzato da numerose giornate più calde del normale e da diversi episodi di Föhn (vento caldo e secco).
Decisamente più variabile e instabile è stato aprile: contraddistinto da un'alternanza di periodi più freddi della norma e altri decisamente più caldi, si è concluso con una media di 14.5°C, contro i 13.7°C del CLINO. La stagione è stata quindi leggermente più calda rispetto al valore di riferimento, come tutte le primavere dell'ultimo decennio ad eccezione di quella del 2013. I dati registrati a maggio hanno però contribuito a rendere sia la media delle temperature minime (9.8°C), che quella delle temperatura massime (18.3°C) più basse dei corrispondenti valori di riferimento, pari rispettivamente a 10.1°C e 19.1°C.
Il valore massimo assoluto del trimestre (27.2°C) è stato registrato il 24 maggio, in una delle rare giornate calde del mese; da segnalare, tuttavia, anche i 24.9°C raggiunti il 24 marzo. La temperatura minima assoluta si è verificata invece il 14 marzo (5.3°C), ma particolarmente significativi sono i 6.9°C del 6 maggio. 
Anche per quanto riguarda le precipitazioni la situazione varia nel corso del trimestre: se marzo e aprile hanno fatto registrare quantitativi inferiori alla norma (24 mm contro i 59 mm del CLINO per il primo, 65 mm contro 90 mm per quanto riguarda il secondo), a maggio sono caduti 111 mm di pioggia. Un dato questo che, pur superando il corrispondente valore di riferimento (103 mm), non è eccezionale: alle nostre latitudini, infatti, maggio è statisticamente il mese più piovoso, insieme a ottobre.
Anche lo scorso anno, pur essendo stato molto più caldo di quello appena concluso, si è contraddistinto per abbondanti precipitazioni (quasi 150 mm cumulati).Nel corso di questa primavera in alcune occasioni le piogge sono state associate a temporali, e si sono verificati anche quattro episodi di grandine.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Ambiente

Tag:

Canali Social: