Milano: biglietti Atm per chi lascia a casa l’auto

Pubblicato il: 04/12/2014
Autore: Redazione GreenCity

Grazie a un dispositivo installato sulle auto assicurate con UnipolSai è possibile verificare se i veicoli sono rimasti fermi nei giorni feriali. In questo modo si può accumulare credito convertibile in ticket.

"Lascia a casa l’auto e sarai premiato con un biglietto Atm". E’ l’iniziativa a favore della mobilità sostenibile che il Comune di Milano, in collaborazione con Atm, ha lanciato attraverso una manifestazione di interesse colta e sviluppata da UnipolSai Assicurazioni.
Gli automobilisti che hanno sottoscritto una polizza assicurativa con UnipolSai, e che siano disposti a rinunciare all’auto per spostarsi in città nei giorni feriali tra le 7.30 e le 19.30, per ogni giorno in cui lasciano il proprio veicolo fermo riceveranno un biglietto per viaggiare sui mezzi pubblici urbani.
Il meccanismo del progetto "Ferma l’auto guadagni mezzi" è semplice: un dispositivo telematico Octo Telematics installato sulla vettura registra i dati di utilizzo e consente di accumulare un credito di 1,50 euro per ogni giorno di non utilizzo dell’auto, fino a un massimo di 30 euro. Il bonus potrà poi essere convertito in biglietti Atm, ritirabili presso le biglietterie automatiche con il codice fornito dalla compagnia assicurativa.
Gli automobilisti potranno anche accedere a un'area dedicata del portale Octo Telematics e consultare tutti i dati raccolti circa il loro veicolo.
“Un’idea innovativa che mira a ridurre le emissioni di CO2 prodotte dal traffico intenso e che consente agli utenti di risparmiare due volte – commenta l’assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran –. Da un lato sulla benzina, sull’eventuale ticket di ingresso nella Cerchia dei Bastioni, e sul parcheggio, dall’altra in termini di tempo. E’ noto infatti che l’auto risulta il mezzo meno rapido per muoversi in città”. 
L'iniziativa "Ferma l’auto guadagni mezzi" sarà valida fino all’11 febbraio 2015.

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: