Hyundai e Kia: nuova pompa di calore per migliorare l'efficienza dei veicoli elettrici

Pubblicato il: 10/06/2020
Autore: Redazione GreenCity

L'innovazione della gestione del calore di Hyundai e Kia massimizza l'autonomia dei veicoli elettrici a basse temperature. I conducenti di veicoli elettrici possono riscaldare l'abitacolo senza un impatto significativo sull'autonomia di guida elettrica.

Hyundai e Kia hanno rivelato nuovi dettagli sull'innovativo sistema della pompa di calore, implementata sulla gamma globale di veicoli elettrici (EV) di Hyundai e Kia per massimizzare l'autonomia di guida elettrica alle basse temperature. 
La pompa di calore di Hyundai e Kia rappresenta una delle principali innovazioni nella gestione del calore massimizzando la distanza che i modelli elettrici dei brand possono percorrere con una singola carica, raccogliendo l'eccesso di calore per riscaldare l'abitacolo. A differenza di quel che accade in altri veicoli elettrici, essa consente di accendere il riscaldamento della propria auto senza influire in modo significativo sull'autonomia di guida.
La tecnologia è stata introdotta per la prima volta nel 2014 sulla prima generazione di Kia Soul EV.
Composta da un compressore, un evaporatore e un condensatore, la pompa di calore catturava il calore residuo emesso dai componenti elettrici del veicolo, riciclando questa energia per riscaldare l'abitacolo in modo più efficiente. In questo modo i 180 km di autonomia di guida del modello erano salvaguardati anche con rigide condizioni climatiche. Questa tecnologia, già leader nel settore delle pompe di calore, è stata ora ulteriormente sviluppata per i nuovi veicoli elettrici di Hyundai e Kia.
Il nuovo sistema utilizza il calore disperso da un numero maggiore di fonti per una ottimizzazione dell'autonomia a basse temperature. Queste innovazioni permettono ai veicoli elettrici Hyundai e Kia di offrire un'autonomia più consistente in condizioni climatiche fredde, mentre altri veicoli elettrici iniziano a mostrare un calo significativo dell'autonomia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Mobilità

Tag:

Canali Social: