Giretto d’Italia – bike to work: al via oggi l’XI edizione

Pubblicato il: 16/09/2021
Autore: Redazione GreenCity

Casa-lavoro e casa-scuola in bici o su mezzi di micromobilità elettrica: sfida al maggior numero di spostamenti sostenibili. Anche i dipendenti in smart working partecipano con “check-point virtuali”.

Anche quest’anno in 29 città dello Stivale la sfida della mobilità sostenibile passa per i check-point, fisici o virtuali, del Giretto d’Italia – bike to work: obiettivo dell’iniziativa di Legambiente, realizzata con il sostegno del main partner CNH Industrial e con la collaborazione di Euromobility VeloLove, è promuovere un numero sempre maggiore di spostamenti casa-lavoro e casa-scuola in sella alla bicicletta o attraverso l’utilizzo di altri mezzi di micromobilità elettrica e incentivare, al contempo, il lavoro agile. Perché ogni lavoratore in smart working è anche uno spostamento risparmiato.
Prende il via oggi, giovedì 16 settembre, l’undicesima edizione della gara che coinvolge Comuni, mobility manager di enti e imprese, associazioni e cittadini: per partecipare alla “competizione” è sufficiente recarsi a scuola o a lavoro in bicicletta, monopattino, motorino elettrico, monowheel, e-bike, hoverboard o segway, passando per uno dei check-point predisposti nelle città che aderiscono al Giretto d’Italia. Alternativamente, per i dipendenti in smart working delle aziende o degli enti coinvolti nell’iniziativa sarà possibile partecipare alla competizione tramite “check-point virtuale”, rispondendo a un sondaggio online sul tema dello spostamento casa-lavoro. Risulterà vincitore il Comune che, nelle due ore scelte dagli aderenti per il monitoraggio nell’intervallo compreso tra le 6.00 e le 10.00 del mattino, avrà totalizzato il maggior numero di spostamenti tramite mezzi di mobilità sostenibile.
Giretto d’Italia è organizzato nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2021 e si tiene il 16 settembre ad Alessandria, Bologna, Bolzano, Carmagnola (TO), Carpi (MO), Chiavari (GE), Fano (PU), Ferrara, Francavilla Fontana (BR), Genova, Lecce, Misano Adriatico (RN), Modena, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pavia, Pesaro, Piacenza, Ravenna, Roma, San Mauro torinese (TO), Torino, Trento, Udine e Venezia; il 17 settembre a Reggio Emilia; il 21 settembre a Jesi (AN). Tra i capoluoghi toccati quest’anno dal Giretto d’Italia ben cinque (Torino, Milano, Bologna, Roma e Napoli) sono al contempo teatro della mobilitazione europea Clean Cities Campaign, iniziativa che vede coinvolte 36 associazioni ambientaliste, tra cui Legambiente, in tutti i Paesi dell’Unione.
La campagna ha tra i suoi principali obiettivi proprio la promozione di soluzioni di mobilità finalizzate a migliorare la qualità dell’aria in città. In tale contesto, dunque, Giretto d’Italia si pone quale ottimo strumento per stimolare migliori stili di mobilità, permettendo a lavoratori, studenti e cittadini di fare ciascuno la sua parte nel rendere la propria città una clean city.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: