Con i Vitalpina Hotels Südtirol/Alto Adige alla scoperta di api, galline, capre e altri animali da fattoria

Pubblicato il: 05/05/2021
Autore: Redazione GreenCity

Fin dalla loro fondazione, i Vitalpina Hotels hanno fatto della sostenibilità un punto cardine. Tutti gli hotel sono caratterizzati da metodi di costruzione sostenibili e a risparmio energetico, nonché ecologici e privi di sostanze inquinanti.

Prodotti a km 0, filiera corta, allevatori locali. Da anni l’Alto Adige è impegnato a sostenere e valorizzare le aziende del territorio, privilegiando la qualità e la sostenibilità, la genuinità dei prodotti e la loro stagionalità. Ingredienti preziosi che finiscono nelle cucine dei Vitalpina Hotels Südtirol/Alto Adige. Carne, salumi, formaggi, latte, uova, miele e altri prodotti, utilizzati nelle strutture Vitalpina, provengono molto spesso dalla malga dello stesso albergatore o dall’allevatore vicino di fiducia, con il quale da anni si lavora insieme.
Gli ospiti delle strutture Vitalpina, così, non solo beneficiano di un’ottima gastronomia di prima qualità, genuina e sana. Hanno anche la possibilità di avvicinare il mondo contadino, di osservare da vicino gli animali e conoscere la vita di malga, la vita di montagna. Un’esperienza da vivere nella natura altoatesina.  

Accarezzare le api
Le api impollinano l’80% delle coltivazioni ortofrutticole e delle altre varietà di piante. Lavorando a pieno ritmo un’ape arriva a impollinare anche 3.000 fiori al giorno, mentre per produrre un grammo di miele bisogna raccogliere il nettare di 8.000-10.000 fiori. Quindi 1 kg di miele equivale al lavoro di una vita di 350-400 api.Tutelare le api è fondamentale per salvaguardare l’ambiente e l’intero ecosistema. Per questo il gruppo dei Vitalpina Hotels si impegna fattivamente per sostenere gli apicoltori locali. In alcuni casi gli albergatori stessi sono apicoltori oppure ospitano arnie presso l’albergo.
Un bell’esempio, tra le strutture dei Vitalpina Hotels, è l’Hotel Zirmerhof***S di Merano che collabora da anni con un vicino apicoltore. Walter Pichler, questo il suo nome, dopo vent’anni di lavoro come montatore meccanico, ha lasciato tutto per dedicarsi alla sua grande passione e diventare apicoltore professionista.
La titolare Gerlinde Ortner accompagna gli ospiti dello Zirmerhof a visitare le sue api, ma soprattutto a conoscere la sua esperienza e lasciarsi sedurre dal fascino della natura. Con una semplice escursione si raggiungono le arnie, si osserva da vicino il lavoro dell’apicoltore, si possono togliere i favi e degustarli.
Ma non solo, chi vuole può indossare una tuta protettiva e "accarezzare" le api: un'esperienza unica ed entusiasmante. Da assaggiare, naturalmente, l’ottimo miele

Galline libere e felici
Le galline non sono note per essere animali dotati di gran cervello, eppure la loro intelligenza è paragonabile a quella delle scimmie antropomorfe.
Le galline stringono amicizie e sono in grado di riconoscere le facce, sia dei loro simili che delle persone. I Vitalpina Hotels utilizzano uova di qualità, prodotte da galline allevate correttamente. Nelle cucine degli alberghi arrivano solo uova provenienti dall’Alto Adige, in alcuni casi da allevamenti propri, in altri da fattorie vicine.
Klaus Dissertori, il titolare dell’Hotel Schwarzschmied****S di Lana, struttura dei Vitalpina Hotels, collabora dal 2014 con il maso Psegghof. A gestirlo Alexandra e Philipp, agricoltori biologici e appassionati, che mettono al centro la sostenibilità e il rapporto equilibrato e sano tra uomo e natura. Qui vengono allevate, oltre ad altri animali tra cui pecore e maiali, circa 300 galline e una volta alla settimana il maso fornisce l’hotel di alcune centinaia di uova. Per gli ospiti dello Schwarzschmied su richiesta vengono organizzate visite guidate al maso per vedere da vicino come viene gestita l’azienda.   

Capre, le migliori amiche dell’uomo
Parlando di animali domestici, le capre non sono tra i primi che ci vengono in mente. Eppure sembra che le capre, oltre ad essere intelligenti e curiose, siano anche capaci di percepire le intenzioni degli uomini e di conseguenza di comunicare con noi. Non solo, questi simpatici animali distinguono le diverse espressioni umane e preferiscono di gran lunga le persone felici.Da anni le capre vengono allevate in Alto Adige, il loro latte, dall’aroma e sapore molto particolari, è ricco di calcio, fosforo, potassio e riboflavina, ha una ridotta quantità di lattosio ed è facilmente digeribile. Viene impiegato anche per la cura del corpo, ideale per nutrire la pelle secca.
Tra le strutture dei Vitalpina Hotels, il Naturhotel Lüsnerhof****S di Luson ha un rapporto speciale con l’allevatore Raimund Lamprecht del Blauschmiedhof. Qui vengono allevate una ventina di capre e, da vent’anni, due volte alla settimana Franz Hinteregger, il titolare del Lüsnerhof, fa rifornimento di caprino fresco e stagionato e di altri formaggi di capra aromatizzati con diversi tipi di erbe alpine. Per gli ospiti vengono organizzate anche visite guidateper vedere le stalle, avvicinare le capre, conoscere le fasi di lavorazione del latte e naturalmente assaggiare gli eccellenti formaggi.  

Anatre e oche al posto dell’insetticida
Numerosi sono gli albergatori dei Vitalpina Hotels che, oltre a coltivare il proprio orto, allevano anche qualche animale da fattoria per avere sempre prodotti di provenienza certa e qualità per i propri ospiti. È il caso di Hannes Rainer, titolare dell’Hotel Natura Rainer**** di Racines, e della sua famiglia. In una vicina malga di proprietà, mucche, maiali, capre, pecore e altri animali rimangono liberi di pascolare per tutta l’estate, finché le temperature lo consentono. Mentre oche e anatre tengono pulito il terreno coltivato da insetti e lumache. Alla malga non si fa uso, infatti, di insetticidi e nemmeno di concimi artificiali, si segue il ritmo della natura avendo a cuore la sostenibilità e l’ambiente.
Il Rainer organizza delle visite guidate per i suoi ospiti, per vedere da vicino gli animali, aiutare con qualche piccolo lavoretto e alla fine godersi una buona grigliati in compagnia, la carne è naturalmente di casa e di eccellente qualità. 

I Vitalpina Hotels non sono solo un punto di partenza da dove andare in autonomia alla scoperta della montagna o dello stile di vita alpino. Gli albergatori stessi sono amanti della montagna e spesso anche guide alpine o escursionistiche, che conoscono benissimo il territorio e amano condividere con i propri ospiti la passione per l’attività outdoor. Oltre a fornire tutte le informazioni e la consulenza necessarie, propongono almeno tre escursioni guidate a settimana, alle quali cercano di partecipare personalmente.
Ma la natura dell’Alto Adige si ritrova anche all’interno degli hotel: nelle stanze realizzate con materiali naturali locali, nell’atmosfera tipica e nei trattamenti Spa e wellness a base di prodotti autoctoni. E naturalmente a tavola, nelle specialità culinarie dai sapori alpini e mediterranei, dove le materie prime locali e stagionali giocano un ruolo di primo piano. Molti albergatori inoltre, per un convinto principio di sostenibilità, fanno uso di alimenti autoprodottio comunque provenienti dalle immediate vicinanze.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: