Il territorio di Lana e dintorni in Alto Adige pronto a ripartire

Pubblicato il: 18/06/2020
Autore: Redazione GreenCity

La natura in questo territorio offre la possibilità di "perdersi" in valli silenziose, sentieri di montagna, nella vastità di Monte San Vigilio e lungo i Waalwege, i sentieri delle rogge di Brandis e Marlengo. Tanto spazio per respirare profondamente e per sentirsi finalmente liberi.

L'Alto Adige è stata una delle prime regioni ad organizzarsi per accogliere nuovamente i turisti dopo che gli spostamenti tra regioni sono tornati ad essere possibili. Dal 18 giugno anche il meraviglioso territorio di Lana e dintorni ha ripreso tutte le attività volte ad offrire una vacanza all'insegna del relaxdella natura e del buon cibo. Paesaggi, hotel, ristoranti, musei, giardini aspettano con impazienza di ricevere i loro ospiti.
Per trascorrere i tanto agognati momenti di serenità e spensieratezza con la propria famiglia o in coppia, il soggiorno a Lana e dintorni sarà rassicurante anche per gli accorgimenti messi in atto, volti ad evitare la diffusione del virus che ci ha costretto al lockdown fino a qualche tempo fa.
La volontà dell'Associazione turistica di Lana e dintorni, infatti, è di assecondare la voglia degli ospiti di viaggiare e di prendersi una pausa, e, nello stesso tempo, di garantirne la tranquillità per la salute.
Le misure cautelative anti covid comuni e generali per gli ospiti saranno: l'utilizzo di una copertura per naso e bocca nel momento in cui non si riesca a mantenere il distanziamento di 1 metro tra persona e persona (fatta eccezione per familiari o conviventi) e la disinfezione costante e ripetuta delle mani attraverso i mezzi messi a disposizione nelle diverse strutture.
Da parte invece delle strutture ospitanti, saranno garantite diverse misure di sicurezza. Ristoranti, bar e hotel metteranno a disposizione degli ospiti efficaci mezzi di disinfezione e il personale dovrà indossare adeguate mascherine. Inoltre, nelle piscine e nelle zone wellness deve essere garantito uno spazio di 10 metri quadrati per ogni persona, fatta eccezione per le sale da pranzo e i bar dove saranno ammesse tante persone quanti sono i posti a sedere, ma i tavoli saranno disposti in modo da garantire che due persone sedute una di fronte all'altra si trovino ad 1 metro di distanza, tranne per i membri della stessa famiglia o per persone che alloggiano nello stesso appartamento o stanza oppure nel caso in cui tra loro siano installati dei dispositivi di separazione. Tali dispositivi saranno puliti e sanificati ad ogni cambio di clienteIn tutte le direzioni deve essere garantito un distanziamento di 1 metro tra le persone.
Gli impianti di risalita saranno tutti aperti e accessibili ai turisti, ma sempre con delle precauzioni: utilizzo obbligatorio di una protezione per bocca e nasodistanziamento di un metro nelle aree comuni di attesa e in cabina – questa distanza si può ridurre solo quando i passeggeri siedono uno accanto all'altro -, temperatura corporea inferiore ai 37,5°utilizzo dei mezzi di disinfezione posti in prossimità degli sportelli e degli accessi alle cabine. Per le seggiovie, qualora fossero provviste di copertura, questa deve restare aperta. La storica funivia di Lana che porta a Monte San Vigilio, riprende quindi il suo funzionamento con orario dalle 8 alle 19 tutti i giorni(fino alle 18 sabato e domenica), così come l'altrettanto storica seggiovia monoposto che parte dalla stazione a monte della funivia e che consente di raggiungere comodamente i 1814 m di altitudine.
Nei mezzi pubblici, inoltre, si potranno utilizzare tutti i posti a sedere disponibili.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: