I Giardini di Castel Trauttmansdorff riaprono venerdì 29 maggio

Pubblicato il: 22/05/2020
Autore: Redazione GreenCity

Ad accogliere i visitatori una miriade di piante e fiori colorati dai profumi inebrianti, suoni della natura come lo scorrere dell'acqua, il canto degli uccellini, il ronzio degli insetti, tutte sensazioni cui non siamo più abituati dopo il lockdown, ma di cui abbiamo un infinito bisogno.

Venerdì 29 maggio 2020 i Giardini di Castel Trauttmansdorff inaugureranno la loro stagione, in ritardo di due mesi rispetto a quanto stabilito prima della pandemia. Per rendere la visita rilassante e sicura, i Giardini di Sissi attueranno alcune misure cautelative: il numero massimo di persone presenti nell'area dei Giardini sarà di 500 unità; i visitatori avranno l'obbligo di indossare la mascherina coprendo naso e bocca e di rispettare la distanza di sicurezza di 2 metri tra le persone; inoltre, i Giardini metteranno a disposizione dei disinfettanti con cui detergersi le mani nel corso della visita e, contrariamente agli anni precedenti in cui l'orario estivo prevedeva la chiusura alle ore 23, per l'estate 2020 la chiusura sarà anticipata alle ore 19.
Alcuni percorsi ed aree, sempre per motivi di sicurezza, saranno chiusi o regolati a senso unico. 
Come previsto, il tema della stagione 2020 è la Biodiversità – "Diversity" – e attraverso installazioniimmaginistudi cartelli esplicativi si focalizzerà l'attenzione dei visitatori sull'importanza della diversità biologica per l'uomo e per la sopravvivenza di ogni essere vivente in generale. 
Tra le installazioni presenti, citiamo "Seed Bombing" ("bombe di semi") di Officinadïdue, realizzate in vetro soffiato con all'interno semi di varia origine; "Insetti impollinatori su fiori" di Lorenzo Possenti, un'ape legnaiola su un fiore di cisto e una coppia di argo azzurra (farfalle) su un fiore di aster, entrambe in formato XL; una delle due "Aiuole gemelle" realizzate da Noel Kingsbury, garden designer e autore di best seller, che rappresenteranno degli invitanti banchetti per molte api selvatiche e altri insetti.



Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: