Mini vacanza in Portogallo: Lisbona o Porto?

Pubblicato il: 25/02/2020
Autore: Redazione GreenCity

Un tour alla scoperta del Portogallo, partendo dalle due città più importanti del paese, tra castelli, librerie, tram e molto altro.

A poche ore di volo dai principali aeroporti europei, il Portogallo è la destinazione perfetta per un long weekend. Lisbona con le sue terrazze panoramiche, Porto che si adagia sul fiume Douro, le spiagge dorate dell’Algarve o le distese pianure dell’Alentejo: questo paese cela meravigliose bellezze naturali che catturano ogni turista. Perché quindi non organizzare un long weekend in vista dei prossimi ponti primaverili alla scoperta dei luoghi più iconici e suggestivi del Portogallo?
Chi ancora non ha visitato questo paese può sicuramente partire da Lisbona, città cosmopolita inondata da una luce particolare che rende la città ancora più magica. Quando si pensa alla capitale, il pensiero va subito ai tipici tram gialli – diventati ormai un simbolo del luogo - che percorrono la città e attraversano i numerosi vicoli stretti. Ma per scoprire al meglio la città e la sua storia, il punto di partenza perfetto è l’Alfama, il più antico quartiere. Qui la modernità non è ancora riuscita a prendere il sopravvento: non si troveranno ristoranti alla moda o nobili palazzi, ma solo piccole botteghe e le tipiche casas do fado, locali dove si suona la tradizionale e malinconica musica portoghese, nonché vera espressione dell’anima lisboeta.
Altro punto di interesse storico che cattura l’attenzione dei turisti è il Castello di São Jorge, che domina l’intera città. In qualsiasi zona ci si trovi, sarà sufficiente alzare gli occhi al cielo per ammirare l’imponenza del Castello, una fortezza che venne fatta costruire per volere dei Mori nel XI secolo. La visita al Castello regala intense emozioni: una volta raggiunto, infatti, i turisti potranno godere di una vista panoramica a 360° su Lisbona e il fiume Tago in tutta la loro bellezza. 
Spingendosi poi verso il Tago, si incontra Praça do Comércio, una delle piazze più belle d’Europa. Al centro della piazza c’è la statua di D. José I mentre sotto i maestosi portici c’è Martinho da Arcada, caffè-ristorante e punto di riferimento della città. Proseguendo si incontra un altro luogo iconico di Lisbona, ovvero la Torre di Belém che, insieme al Mosteiro dos Jerónimos, rappresenta la ricchezza e lo splendore cinquecentesco del Portogallo; i due monumenti sono stati classificati come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. 
Seconda solamente a Lisbona, Porto è la capitale del Nord del Portogallo e per molti è la capitale nascosta del paese. Anche qui, come del resto in tutto il Portogallo, le bellezze non mancano e i turisti possono iniziare il loro tour andando a scoprire il centro storico, che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1996. Gli azulejos, il tipico ornamento dell’architettura portoghese simile a delle piastrelle colorate sui toni dell’azzurro, sono un emblema della città. Vale la pena visitare la Estação São Bento per ammirare le intere facciate ricoperte con azulejos.
Sempre nel centro storico di Porto si trova uno dei posti più magici di tutto il Nord, la Livraria Lello. Si tratta di una delle librerie più belle al mondo e non appena si entra si percepisce fin da subito la magia che avvolge questo posto: un lungo salone con scaffali di libri e una scalinata con gradini rossi che accompagna i turisti al piano superiore. Ma non è tutto: pare che la scrittrice J.K. Rowling, che era solita frequentare la libreria quando viveva a Porto, si sia ispirata proprio a questo luogo per descrivere sia le scale della famosa scuola di magia di Hogwarts sia la libreria di Diagon Alley.
Anche Porto, così come Lisbona, è una città che coniuga perfettamente antico e moderno. Qui, infatti, i maestosi monumenti e chiese, come per esempio Sé, la cattedrale, o la Igreja de São Francisco, si alternano in perfetta armonia con gli edifici moderni, come la Casa da Música. Si tratta della principale sala da concerti situata nel quartiere di Boavista ed è stata progettata per l’evento Porto Capitale Europea della Cultura 2001 (sebbene poi sia stata completata solo nel 2005). Casa da Música è diventata il punto di raccordo tra la zona vecchia e la zona nuova della città e, grazie alla sua forma caratteristica, un poliedro irregolare di colore bianco, è diventato uno dei simboli moderni di Porto e del Nord. 
Il tour della città non può che terminare con gusto di fronte a un ottimo calice di Porto, il vino liquoroso noto in tutto il mondo. Il Porto nasce nella valle del Douro, una zona che potrebbe anche essere definita come valle incantata tanta è la sua bellezza e che, non a caso, è stata classificata come Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. Sempre da questa zona provengono anche i vini da tavola del Douro, diventati famosi anche oltre oceano grazie alla loro qualità eccellente. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: