Myfoody, l'app per la spesa senza sprechi: salvati in 6 mesi 250.000 prodotti in scadenza

Pubblicato il: 25/11/2019
Autore: Redazione GreenCity

. Ora l’impegno di Myfoody mira a far crescere la “consapevolezza green” della sua community: sull’App, utili consigli per un vivere sostenibile e per combattere gli sprechi anche tra le mura di casa.

Myfoody, la startup italiana impegnata nella lotta contro gli sprechi alimentari attraverso un sistema che permette agli utenti di conoscere i prodotti in scadenza, scontati fino al 50%, nei supermercati e fare una spesa a spreco zero e conveniente, ha annunciato i risultati raggiunti nei primi sei mesi del 2019, salvando oltre 250.000 prodotti in scadenza che alternativamente sarebbero stati gettati. U
A fronte di numeri  tanto positivi, l’azienda ha di recente lanciato la partnership con LIDL Italia nelle zone di Milano, Bologna e Torino e ha deciso di dotare la propria app di nuove feature dedicate alla sensibilizzazione della propria community, che ad oggi conta oltre 50.000 utenti attivi e 40.000 follower sui canali social.  
Myfoody ha, inoltre, introdotto nell’app la nuova sezione “Impara” con consigli utili per l’autoproduzione e l’eco-cosmesi, ricette anti-spreco realizzate con le parti di scarto di frutta e verdura e indicazioni per uno stile di vita sostenibile.  
Con le stesse finalità, Myfoody ha recentemente lanciato il nuovo progetto “Meet My Brand” con l’obiettivo di raccontare alla propria community l’impegno che distingue i brand del territorio nazionale sul tema sostenibilità e responsabilità sociale. Molte grandi aziende si impegnano, infatti, ogni giorno per garantire al pianeta un futuro migliore: l’intento di questo progetto è quello di condividere i valori legati alla sostenibilità come rispetto dell’ambiente, uso di energie rinnovabili, impegno sociale e trasparenza del percorso di filiera.   
Il funzionamento dell’app di Myfoody resta estremamente intuitivo: attraverso l’app (disponibile gratuitamente per iOS e per Android), i consumatori possono conoscere in modo rapido e veloce i prodotti alimentari prossimi alla scadenza e recarsi al supermercato per il loro acquisto, risparmiando fino al 50% sul prezzo finale del prodotto. Grazie a una logica di proximity marketing, infatti, Myfoody innova il rapporto tra punto vendita e consumatore finale e diffonde la propria filosofia “zero waste”. Sempre tramite l’app, gli utenti che lo desiderano possono attivare le notifiche e ricevere informazioni sulle offerte disponibili nei propri negozi preferiti.  
L’azienda sta continuando ad attivare nuove collaborazioni con le principali insegne del territorio, tra cui Coop e Lidl Italia, e vanta – ad oggi – circa cento punti vendita partner dislocati nelle zone di Milano e provincia, Roma e provincia, Torino e provincia, Bologna, Parma, Alessandria, Saronno, Pavia, Lodi, Viterbo e provincia, Frosinone, Latina e Terni. Entro il 2020, Myfoody ha in programma di espandersi ulteriormente sul territorio nazionale, arrivando a coinvolgere circa 1.000 punti vendita. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: