Val Gardena: 500 chilometri di piste e collegamento al carosello sciistico più grande del mondo

Pubblicato il: 03/10/2019
Autore: Redazione GreenCity

Considerata una delle regioni montane più ricche di tradizioni al mondo, la valle conquista anche per la modernità della sua popolazione ladina, amante dello sport e della natura e che parla quattro lingue

Una vacanza invernale in Val Gardena riserva a ognuno di noi esperienze uniche: dalle sciate itineranti sulla leggendaria Sellaronda alle velocissime discese sulla famosa pista Saslong di Coppa del Mondo, le piacevoli escursioni gourmand sul Seceda fino alle passeggiate all'insegna del relax nel Parco naturale Puez-Odle.
Con oltre 300 giorni di sole all'anno, gli ospiti potranno godersi uno spettacolare panorama montano a 360° sulle Dolomiti e il connubio fra tradizioni e attività sportive all'aperto, siano esse impegnative o non competitive, ma sempre immersi nell'atmosfera alpina. 
La valle delle Dolomiti per eccellenza offre un'incomparabile esperienza in montagna per tutto l'anno. Immersa nell'incontaminato Parco naturale Puez-Odle e dichiarata Patrimonio mondiale dell'umanità dall'UNESCO, la Val Gardena promette soggiorni indimenticabili anche per chi cerca attività quotidiane alternative allo sci. Ciò che rende unica una vacanza nella soleggiata Val Gardena è lo straordinario panorama sulle bellissime vette delle Dolomiti altoatesine e la vista sul simbolo della valle, il maestoso Sassolungo.
Ogni giorno il suggestivo paesaggio naturale diventa protagonista della valle con i suoi tre Paesi Ortisei (1.236 metri), Santa Cristina (1.428 metri) e Selva Val Gardena (1.563 metri), entusiasmando i visitatori con massicci spettacolari come il Gruppo del Sella o l'inconfondibile Sassolungo, che svettano sopra la località ladina degli sport invernali rendendola unica al mondo. I tanti giorni di sole consentono ai grandi così come ai più piccoli, di ammirare quotidianamente il sensazionale panorama di una valle incontaminata, patria del leggendario alpinista Luis Trenker.
La stagione sciistica nel comprensorio più volte decretato come il migliore delle Dolomiti e d'Italia si aprirà il 5 dicembre e si concluderà a Pasqua il 14 aprile 2020. Rilievi tranquilli, ma anche ripide pendenze e discese di Coppa del Mondo: il 5 dicembre segnerà l'inizio della stagione sciistica nella rinomata Val Gardena. Oltre 500 km di piste perfettamente preparate attendono gli appassionati dello sci nel comprensorio Val Gardena/Alpe di Siusi, compresa la Sellaronda. È stato soprattutto dopo i Campionati mondiali di sci alpino tenutisi nel 1970, che la Val Gardena è diventata famosa in tutto il mondo come una delle principali località per gli sport invernali.
Il divertimento sugli sci si trasforma in piacere allo stato puro negli accoglienti 65 rifugi che punteggiano le piste della Val Gardena. Quasi tutti sono a gestione familiare da generazioni. Ogni rifugio propone un'offerta unica che spazia dai piatti tradizionali fino alla cucina più sofisticata, con la possibilità di ordinare dalle bistecche alla griglia fino ai frutti di mare. Il menu è completato da un'ampia selezione di vini prevalentemente altoatesini.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: