Torna a Milano “Giochi di inOrto” in occasione della Green Week

Pubblicato il: 26/09/2019
Autore: Redazione GreenCity

Grazie alla collaborazione con l’Associazione Atlha anche i bambini disabili potranno scoprire l’importanza di una sana alimentazione divertendosi a coltivare un vero orto.

Saranno i bambini, tutti i bambini, senza distinzioni, i protagonisti alla Cascina Bellaria di Milano domenica pomeriggio.
All’interno della Milano Green Week e nella cornice di Cascine Aperte, si inserisce infatti l’iniziativa ideata della Fondazione Bonduelle e dedicata a tutti i bambini per imparare giocando a mangiar bene e a non sprecare acqua e cibo
Il 28 e 29 settembre trenta cascine di Milano e Monza-Brianza spalancano le proprie porte per un appuntamento autunnale dal volto rurale, spesso sconosciuto, della città e dei suoi dintorni.Un’iniziativa di Associazione Cascine Milano, nell’ambito della Milano Green Week, a cui partecipano le cascine urbane di Milano (pubbliche e private), le cascine del DAM – Distretto Agricolo Milanese, le cascine del Consorzio Villa Reale e Parco di Monza e le cascine dell’Associazione 100cascine. Tutto il programma su cascineapertemilano.it.
La Fondazione Louis Bonduelle, in collaborazione con l’Associazione Atlha, organizzazione no-profit che si occupa dell’inclusione sociale delle persone disabili attraverso il tempo libero di qualità, ha quindi deciso di prendere parte all’evento con una Tappa speciale di Giochi di inOrto: una proposta innovativa ed originale d’inclusione rivolta anche a bambini disabili. Un progetto unico sul territorio nazionale di integrazione, attraverso una esperienza nel verde in cui bambini si divertono imparando a stare insieme in un ambiente protetto ed immerso nel verde.
L’evento si terrà presso la Cascina Bellaria in via Cascina Bellaria, 90, Milano alle ore 15:00. L’iscrizione è libera e gratuita e può essere fatta via mail (atlha@atlha.it), telefono (+39 02 48206551) oppure direttamente in cascina fino a 30 minuti prima dell’inizio del gioco. 
I bambini tra i 5 e i 12 anni si metteranno in gioco seguendo, attraverso diverse prove e domande, il percorso per raggiungere l’obiettivo finale: la creazione di un vero e proprio orto. Oltre a rispondere alle domande, bisognerà superare delle prove pratiche. I giochi interattivi infatti hanno lo scopo di insegnare ai bambini diverse attività come la preparazione del terreno, la semina, la cura e il raccolto delle piantine. Insomma, un’occasione per sensibilizzare i più piccoli a mangiare le verdure e a un consumo consapevole.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: