Biologico: in forte crescita il settore in Romagna

Pubblicato il: 05/07/2019
Autore: Redazione GreenCity

Rispetto al 2017 le aziende agricole biologiche della Romagna sono aumentate del 15,3%: ora sono più di mille.

Nel 2018, nel territorio Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, rispetto al 2017, sono in deciso aumento sia le aziende dell’agricoltura biologica, sia le relative superfici: aumentano anche le imprese dedite all’allevamento con il metodo biologico. 
Il settore agricoltura del territorio Romagna – Forlì-Cesena e Rimini genera il 2,4% del valore aggiunto totale (dato Tagliacarne 2017), si compone di poco più di 9.000 imprese attive (il 12,7% del totale) e impiega 17mila addetti (dato ISTAT 2018); nonostante le difficoltà strutturali e congiunturali riscontrate, tra le specializzazioni produttive trasversali al settore merita particolare attenzione quella delle produzioni biologiche sia per la rilevanza sia per i risultati.I dati relativi all’agricoltura biologica, resi disponibili dal Servizio Agricoltura sostenibile della Regione Emilia-Romagna ed elaborati dall’Ufficio Informazione economica della Camera di commercio della Romagna per l’Osservatorio economico, registrano, infatti, risultati positivi.
Al 31/12/2018 nel territorio Romagna (Forlì-Cesena e Rimini) sono presenti 1.009 aziende agricole biologiche, considerando i Produttori agricoli, pari al 19,9% del totale regionale, mentre la superficie agricola utilizzata (SAU) ammonta a 29.199 Ha, il 18,7% dell’Emilia-Romagna; le imprese agricole biologiche dedite anche all’allevamento di almeno una specie animale con il metodo biologico sono il 22,6% (228 unità su 1.009).
Rispetto al 2017 le aziende agricole biologiche del territorio Romagna sono aumentate del 15,3%, variazione superiore a quella regionale (+14,1%), e la SAU biologica è cresciuta del 21,7% (in regione: +17,1%); la zootecnia biologica, dal canto suo, è incrementata del 13,4% (Emilia-Romagna: +5,5%). Aumenti che si registrano anche nel medio periodo (rispetto al 2013): +42,1% per le aziende, +47,5% per la SAU e +31,0% per la zootecnia. Da sottolineare l’incidenza percentuale delle imprese biologiche, sul totale di quelle agricole, che passa dal 7,1% nel 2013 al 9,5% nel 2017 e all’11,1% nel 2018.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: