OVS e WWF insieme per sensibilizzare i bambini sull'impatto della plastica in mare

Pubblicato il: 13/06/2019
Autore: Redazione GreenCity

Dopo aver coinvolto lo scorso anno 1.800.000 bambini, 66.000 classi, 8.000 scuole in tutta Italia e aver trattato nel tempo temi quali l’arte, la moda, l’ecologia, l’alimentazione e la biodiversità, OVS lancia la nuova edizione di Kids Creative Lab.

Kids Creative Lab, il progetto educativo nato nel 2012 ideato da OVS, dedicato ai bambini delle scuole primarie d’Italia, rinnova l’impegno del brand per l’ambiente. La settima edizione in collaborazione con WWF Italia punta infatti a sensibilizzare i più giovani insegnando loro a conoscere e contrastare, con fantasia e creatività, l’inquinamento dovuto alla dispersione di plastica in natura con l’iniziativa “C’è di mezzo il mare”.
Il progetto si inserisce nell’ambito delle azioni concrete di innovazione sostenibile che OVS ha messo in atto a partire dal 2015 con il programma #wecare che ha promosso iniziative per favorire lo sviluppo della moda circolare e la ricerca di materiali e processi produttivi sempre più virtuosi.  Per l’estate 2019 OVS ha realizzato una capsule di costumi in materiali ottenuti da bottiglie in PET e in filato ECONYL, nylon rigenerato proveniente da materiali dismessi come attrezzature e reti da pesca abbandonati in mare. Per la produzione del denim, dal prossimo autunno/inverno OVS utilizzerà trattamenti zero PP, che sostituiscono il permanganato di potassio con altre sostanze biodegradabili o con la lavorazione laser, quasi completamente waterless. Inoltre OVS ha ridotto di quasi il 90% le emissioni di CO2 della sede e di tutti i negozi e ha introdotto comportamenti e politiche di formazione del personale volti a rendere l’azienda plastic-free. 
Il WWF è impegnato da anni con il mondo della scuola, per educare alla cultura della sostenibilità e favorire un cambiamento nei comportamenti e nelle scelte degli stili di vita, capaci di creare un futuro migliore, più ricco, sano ed equo per tutti. Insegnanti e studenti sono quindi interlocutori privilegiati per l’Associazione, che ha in essere un Protocollo d’Intesa con il MIUR per diffondere la cultura della sostenibilità all’interno delle scuole ed è inoltre Ente di Formazione Docenti Accreditato dal Ministero dell’Istruzione. 
Con questa nuova edizione di Kids Creative Lab, OVS e WWF Italia intendono promuovere una maggiore consapevolezza sui temi ambientali invitando bambini e adulti a ripensare il modo in cui vengono adoperate le materie plastiche, imparando a conoscerne le caratteristiche d’impiego, le alternative esistenti e le conseguenze della dispersione in natura. Questo lo spirito con cui vengono coinvolti i bambini delle scuole primarie nel laboratorio “C’è di mezzo il mare”, che si sviluppa attraverso un’azione didattica e creativa, fornendo materiale gratuito agli insegnanti per formare gli alunni sul tema, la loro partecipazione a workshop educativi e che si concluderà nel maggio 2020 con il coinvolgimento dei bambini in una giornata di pulizia di spiagge e rive di fiumi di tutta Italia. 
Ogni anno, circa 100 milioni di tonnellate di plastica vengono disperse in natura, di queste 8 milioni di tonnellate di rifiuti finiscono negli oceani, mettendo a rischio la salute dell’uomo e la vita degli animali marini. Nel Mediterraneo, in particolare, si raccoglie tutta la plastica dell’Europa, pari a 66.000 camion di spazzatura all’anno, una concentrazione 4 volte superiore a quelle delle “isole di plastica” dell’Oceano Pacifico. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: