LifeGate PlasticLess approda in UK: il primo "cestino dei mari" a Portishead

Pubblicato il: 04/06/2019
Autore: Redazione GreenCity

"Welcome LifeGate PlasticLess", Portishead aderisce al progetto per ripulire i mari dai rifiuti con l'installazione del primo Seabin di LifeGate in grado di raccogliere fino a mezza tonnellata l'anno di rifiuti galleggianti come plastiche, microplastiche e microfibre.

Mentre il governo britannico ha deciso di vietare le cannucce, i bastoncini per le bevande e i cotton fioc a partire dal 2020, LifeGate PlasticLess sbarca in UK con il suo primo Seabin installato all'interno del Portishead Quays Marina, nel North Somerset.
Il Regno Unito, come tanti paesi, vive l'emergenza dell'
inquinamento da plastica nei mari in prima linea: infatti, per ogni miglio (1,6 chilometri) di spiaggia in Regno Unito sono stati trovati in media 5mila rifiuti di plastica. Per questo, grazie al sostegno di Whirlpool Corporation, il dispositivo è stato posizionato nel porto storico di Bristol e sarà in grado di raccogliere fino a mezza tonnellata l'anno di rifiuti galleggianti come plastiche, microplastiche e microfibre.
La divisione britannica dell'azienda, segue l'esempio di quella Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) che ha contribuito all'installazione di 13 Seabin LifeGate PlasticLess lungo le coste italiane, tra cui i primi due della regione Marche, collocati lo scorso settembre, che hanno già raccolto oltre 400 chili di rifiuti galleggianti, un peso pari a oltre 26.000 bottigliette di plastica. Ognuno di questi è attivo 24 ore al giorno, 365 giorni l'anno ed è in grado di raccogliere l'equivalente di 90mila sacchetti o oltre 33mila bottigliette di plastica in un anno.  
 


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: