A San Valentino una fuga romantica nella natura sul Trenino Rosso

Pubblicato il: 22/01/2019
Autore: Redazione GreenCity

Da Tirano a Diavolezza e Val Roseg per un weekend tra natura, arte e tradizioni enogastronomiche.

Non più solo fiori, cioccolatini e gioielli: per San Valentino, sempre più innamorati decidono di regalarsi una piccola fuga romantica o soggiorno fuori porta in una location speciale e unica, dove rilassarsi, coccolarsi e lasciarsi alle spalle la frenesia della quotidianità, davanti a panorami mozzafiato e alla scoperta di affascinanti luoghi insoliti ma anche ricchi di cultura e tradizione. 
Per vivere tutto questo, basta salire a bordo di uno dei treni più famosi al mondo: non più ormai solo un collegamento tra Italia e Svizzera ma patrimonio mondiale dell’Umanità UNESCO, il "Trenino Rosso" o "Bernina Express" permette di vivere un’esperienza unica e affascinante attraverso le alte quote dell’Ospizio Bernina, l’alta Engadina, la blasonata St.Moritz e la vallata del fiume Inn. 
Campocologno e Campascio, il viadotto elicoidale di Brusio, il lago di Poschiavo, il giardino dei ghiacciai a Cavaglia, e ancora il Piz Palù, l’Alp Grüm e il ghiacciaio del Piz Bernina: il percorso verso Saint Moritz regala emozioni uniche e panorami d’eccezione. 
Punto di partenza per vivere una delle esperienze più uniche al mondo è la città di Tirano, storico crocevia di arte e cultura entrata a far parte della rete internazionale delle città del buon vivere proprio grazie alla qualità dell’accoglienza e alla salvaguardia degli aspetti storici, artistici e naturali ma anche dell’enogastronomia e della buona tavola.
Per un San Valentino unico e speciale, all’insegna del romanticismo, si può salire a bordo del Trenino Rosso a Tirano e raggiungere in funivia il rifugio Diavolezza, dove la bellezza e la tranquillità della natura rendono ogni pranzo indimenticabile. 
Per vivere una festa degli innamorati all’insegna delle tradizioni, la fermata giusta a cui scendere dal Trenino Rosso è invece Pontresina: in occasione di San Valentino, una carrozza trainata da cavalli porterà gli ospiti al rifugio Rosegglacier nel mezzo della Val Roseg, per la degustazione di un tipico pranzo engadinese di tre portate.
L’esperienza sul Trenino Rosso inizia e si conclude proprio a Tirano, dove oltre alla rinascimentale Basilica della Madonna di Tirano è possibile visitare il centro storico della città con i resti delle mura sforzesche e le porte Bormina, Milanese e Poschiavina, il castello di S. Maria e un susseguirsi di palazzi nobiliari tra i quali spiccano Palazzo Salis, con le sue bellissime sale affrescate, la Casa Museo D’oro Lambertenghi e Palazzo Merizzi. 

Dettagli e Prezzi: 
Tirano, il Trenino Rosso del Bernina e risalita al Diavolezza a 3000 m d’altezza Include: 2 notti in B&B in struttura a Tirano, viaggio a/r con il Trenino Rosso fino a Diavolezza in carrozza riservata, viaggio a/r in funivia e pranzo al rifugio Diavolezza. A partire da € 195,00, € 150,00 ragazzi fino a 12 anni
Tirano, Trenino Rosso del Bernina e Val Roseg Include: 2 notti in B&B in struttura a Tirano, viaggio a/r con il Trenino Rosso fino a Pontresina in carrozza riservata, viaggio a/r in carrozza trainata da cavalli fino alla Val Roseg e pranzo tipico engadinese di 3 portate al rifugio Roseg Gletscher.A partire da € 245,00, € 160,00 ragazzi fino a 12 anni

Per info e Prenotazioni: Consorzio Turistico Media ValtellinaTel. +39 0342 705568E-mail: info@valtellinaturismo.com

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: