L'idea di una nuova startup: un'arnia in giardino per produrre miele a km zero

Pubblicato il: 26/04/2018
Autore: Redazione GreenCity

Ogni anno la popolazione delle api si riduce drasticamente, oltre ai cambiamenti climatici uno dei motivi predominanti è l'uso massiccio in agricoltura di diserbanti, insetticidi e concimi chimici.

Questa primavera fredda e piovosa, a conferma dei cambiamenti climatici in atto, ha fatto registrare un duro colpo per l'apicoltura. In forte ritardo la produzione di miele, con cali fino al 50% per i primi raccolti di stagione, a seconda delle zone e c'è già chi dice che tra 100 anni non si raccoglierà più questo prezioso "nettare degli Dei". Di fatto secondo Coldiretti si riduce sempre di più la produzione di miele Italiano mentre crescono costantemente le importazioni, ormai quasi la metà di tutto il miele estero arriva da due soli paesi: Ungheria e Cina con quasi 3 milioni di chili ai vertici dell'insicurezza alimentare.
E' anche da questa situazione che a Giuseppe Manno, esperto di digital marketing e appassionato di apicoltura è nata l'idea di creare una startup dedicata proprio all'apicoltura urbana; "Le api hanno sempre fatto parte della vita dell'uomo." riferisce Giuseppe Manno, fondatore e CEO della startup Apicolturaurbana.it, "Senza andare troppo lontano nei tempi, i nostri nonni o bis-nonni avevano le api in cascina o dietro casa; la nostra mission è riportare questo allevamento, ma noi la chiamiamo passione, alla portata di tutti.".
Apicolturaurbana.it (http://www.apicolturaurbana.it/) è il primo e-commerce che avvicina le persone comuni al meraviglioso mondo delle api. Acquistando un kit online si può produrre miele a km0 nel giardino di casa e al tempo stesso proteggere le api. Oltre a comprendere tutta l'attrezzatura necessaria, il kit fornisce un completo processo di e-learning composto da decine di video guide in continuo aggiornamento, consultabili nell'area riservata del cliente.
Realizzate da Mauro Veca, esperto apicoltore urbano di Milano, guidano i principianti con un linguaggio semplice ma preciso spiegando passo passo come prendersi cura di una famiglia di api mentre una mappa interattiva indicherà al cliente dove acquistare le api e il supporto è garantito da un forum.
"Ad oggi, attraverso il nostro portale, abbiamo formato decine di persone comuni e qualcuno già pensa di farlo diventare un mestiere" ci racconta Giuseppe. "Tra i nostri clienti ci sono pensionati che usano internet, imprenditori, casalinghe, avvocati ed intere famiglie; si perchè le api si possono curare insieme ai bambini, contrariamente a quello che si pensa non sono così cattive come si crede".
La startup ha il suo quartier generale presso la Cascina Linterno, in Via Fratelli Zoia 190/194 a Milano, non una delle tante cascine milanesi ma un monumento storico tutelato dal Ministero dei Beni Culturali e sopravvissuto miracolosamente all'incontrollata espansione urbanistica del dopoguerra. Nel contesto di questo antichissimo borgo ricco di storia, vicende umane e cultura milanese, Apicolturaurbana.it e Mauro Veca organizzano in occasione della celebrazione dei lavoratori la "FESTA DI EVA" proprio dedicata all'ape operaia, simbolo per eccellenza del lavoro instancabile. In quella occasione, a partire dalle ore 11 si terrà un'interessante convegno di APITERAPIA condotto dalla Dott.ssa Alessia Menegotto e Stefania Carniel.
Il 12 Maggio, sempre dalle 11, sarà possibile visitare le api presenti in cascina in occasione della BEE HAPPY FAMILY. Guidati dall'esperto apicoltore Mauro Veca si potranno guardare da vicino le api ed il loro frenetico lavoro mentre sotto la guida di Giuseppe Manno sarà possibile degustare il nettare delle api urbane di Berlino, Montréal, New York, Parigi, Seul ma anche Milano, Roma e Torino.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Tag:

Canali Social: