Preparare casa all'Inverno: 1 italiano su 2 sceglie di sostituire la caldaia

Pubblicato il: 01/10/2020
Autore: Redazione GreenCity

Secondo l'Osservatorio di ProntoTrends, tra gli interventi più richiesti dagli italiani per preparare la propria casa all'inverno primeggia la domanda di installazione di una nuova caldaia, seguita poi dalla manutenzione delle grondaie e dagli interventi sui muri esterni. Il budget totale può raggiungere i 5.220 € a famiglia.

Prima dell'arrivo del grande freddo è consigliato verificare il corretto funzionamento della caldaia, accertandosi di essere in regola con la revisione, per scongiurare il rischio di multe salate, ma anche di avere problemi con il riscaldamento, nel periodo in cui se ne ha più bisogno.
ProntoTrends, l'Osservatorio di ProntoPro.it sul mercato dei servizi, evidenzia come gli italiani stiano già seguendo questo approccio: la classifica dei servizi più richiesti per preparare la propria casa all'inverno è infatti dominata dagli interventi sulla caldaia, 1 italiano su 2 sta scegliendo di sostituire modelli obsoleti con una nuova caldaia a condensazione (le richieste sono a un +10% rispetto al 2019 e un +20% rispetto al 2018).
La revisione della caldaia resta un servizio importante, raccoglie il 35% delle richieste, dato che è obbligatoria per legge (la periodicità dei controlli va dai 12 ai 48 mesi, a seconda della capacità dell'impianto e del combustibile che utilizza). Impianti di ultima generazione e revisioni puntuali riducono ad un 10% la percentuale di richieste che pervengono annualmente sul portale per interventi di riparazione della caldaia.
In merito alla fonte energetica scelta per alimentare la caldaia, il 68% degli italiani si affida al gas, faticano a prendere piede, nonostante gli incentivi offerti dal governo, le caldaie alimentate a corrente elettrica, magari attraverso l'installazione di pannelli solari, o sistemi alternativi come le pompe di calore. 


Servizi accessori: preferenza per manutenzione delle grondaie e interventi sui muri esterni
La preparazione della casa all'inverno deve tenere conto anche di altri interventi che possono influenzare positivamente, o negativamente, l'efficienza energetica dell'abitazione. In quest'ottica le richieste degli italiani si orientano per il 2020 sulla manutenzione delle grondaie (44% di preferenze) che andrebbero pulite almeno una volta all'anno, proprio in concomitanza con l'inizio della caduta delle foglie degli alberi o delle prime piogge. In crescita di un +10% rispetto al 2019 le richieste di interventi su crepe e lesioni murarie, per migliorare la capacità di isolamento delle pareti. Si attestano su una percentuale del 13% la domanda di servizi di impermeabilizzazione del tetto e del 9% la richiesta di installazione di un termostato regolabile da remoto, nell'ottica di ottimizzare la gestione del riscaldamento.


Costi e risparmio in bolletta
A quanto ammontano le spese che gli italiani si stanno preparando ad affrontare per preparare le proprie case all'inverno? 
  • Il costo medio per la sostituzione di una caldaia con un modello più performante si aggira intorno ai 2000 euro. Da alcuni anni è disponibile sul mercato una nuova generazione di caldaie, definite caldaie a condensazione, che andranno a sostituire i vecchi modelli a camera stagna. Invece di disperdere il vapore, lo riciclano, impiegandolo per la produzione di acqua calda, con una serie di conseguenze positive per ambiente e portafoglio: migliore efficienza energetica, basse emissioni di sostanze inquinanti e un risparmio del 30% rispetto ad una caldaia tradizionale
  • Se invece la caldaia è già un modello efficiente ci si dovrà occupare solo della sua revisione, obbligatoria per legge, con diverse tempistiche a seconda della capacità dell'impianto e del combustibile che utilizza: il costo per questo servizio si attesta sugli 80 euro, controlli costanti permettono di mantenere elevata l'efficienza energetica della propria caldaia, per un risparmio in bolletta del 15%
  • La manutenzione delle grondaie è caldamente consigliata prima dell'arrivo del freddo per controllare che non si siano riempite di foglie, rami secchi o altri detriti che possono ostruire i canali di scolo e obbligare l'acqua a trovare delle vie alternative da cui defluire, bagnando muri, balconi o tettoie.  La spesa per una pulizia annuale si aggira sui 220 euro.
  • L'isolamento delle pareti esterne influisce in maniera importante sull'efficienza energetica della propria casa, pareti ben isolate consentono un risparmio del 40%in bolletta. L'intervento su una singola facciata di circa 50 metri quadri può costare in media 3000 euro (calcolando 60 euro al metro quadro) e comprende la pulizia facciata, il rifacimento intonaco, interventi su problematiche murali, non strutturali e l'eventuale utilizzo di ponteggi.
  • Verificare lo stato di impermeabilizzazione del tetto è importante per evitare l'infiltrazione dell'acqua, e la creazione di funghi o muffe. Il costo per questo tipo di intervento si aggira in media intorno ai 40 euro al metro quadro
  • L'installazione di un cronotermostato o termostato regolabile da remoto aiuta a gestire al meglio l'impianto di riscaldamento. Il costo medio per l'installazione di questo strumento è di 50 euro.
Calcolando che l'installazione di una nuova caldaia, la manutenzione delle grondaie e gli interventi murari sono i servizi più richiesti dagli italiani, si può ipotizzare che ogni famiglia investirà circa 5220 euro per preparare la propria casa all'inverno.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Casa

Tag:

Canali Social: