Ambiente, trovato accordo su Sin Livorno

Pubblicato il: 11/10/2013
Autore: Redazione GreenCity

Il ministro Orlando: “L’intesa renderà più veloce la bonifica”. Il Sin (Sito di interesse nazionale) di Livorno, comprende la raffineria Eni in località Stagno, la centrale elettrica dell’Enel, aree portuali e alcuni tratti di mare a ridosso della costa.

Accordo raggiunto fra il ministero dell’Ambiente, la Regione Toscana e gli enti locali per nuove competenze sul disinquinamento del “Sito di interesse nazionale” (Sin) di Livorno, che avrà un diverso perimetro.
Il Sin di Livorno è un’area che oggi comprende – fra l’altro - la raffineria Eni in località Stagno, la centrale elettrica dell’Enel, aree portuali e alcuni tratti di mare a ridosso della costa.
“E’ una notizia molto positiva per Livorno ed il suo territorio -  ha commentato il ministro dell’Ambiente, Andrea Orlando - con questa intesa abbiamo soddisfatto le richieste della Regione e degli enti locali. Le procedure di bonifica e la capacità di attrarre nuovi investimenti potranno ora avere l’accelerazione necessaria”.
In particolare, resteranno di competenza nazionale la raffineria Eni e la centrale Enel. Resta inoltre allo Stato la titolarità delle aree di mare, al fine di garantire la messa in sicurezza e il risanamento dei punti che risulteranno contaminati, per i cui interventi sarà predisposto un accordo di programma.
Passeranno invece alla competenza della Toscana (Sir, sito di interesse regionale) le altre zone, compresi i canali industriali e le aree portuali fra le dighe foranee, per le quali la Regione sarà titolare delle procedure di bonifica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Ambiente

Tag:

Canali Social: