Il Lussemburgo apre la stagione autunnale all’insegna di arte e cultura

Pubblicato il: 01/10/2019
Autore: Redazione GreenCity

Passeggiando lungo i canali della Città bassa, chiamata anche Grund, si può ammirare la successione armonica di antichi edifici e nuovi palazzi del potere e della cultura, dove una popolazione variegata si incontra e si ritrova.

Il Granducato del Lussemburgo, dinamico, cosmopolita e moderno, racchiude, nel suo piccolo territorio, anche una vasta offerta culturale e artistica. 
La Città Vecchia della Capitale e le sue antiche fortificazioni sono iscritte al Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1994, a testimonianza di una storicità del territorio valorizzata in epoca contemporanea anche dal punto di vista turistico. La caratteristica Città Vecchia si contrappone alla modernità della Città Nuova, sede di molte istituzioni comunitarie, dalla Corte di giustizia al segretariato del Parlamento, fino alla Commissione europea e all’Istituto statistico Eurostat. 
Tra i massimi esempi della parte moderna troviamo il MUDAM, il Museo d’Arte Contemporanea. Il complesso, che prende il nome dal padre dell’attuale Granduca Enrico scomparso nell’aprile 2019, è stato inaugurato nel 2006 nello spazio anticamente occupato dal Forte Thungen. Al suo interno i visitatori possono trovare esposizioni temporanee e una collezione permanente di opere di numerosi artisti contemporanei, a Marina Abramovic a Steve McQueen, da Kara Walker a Fiona Rae.
Tra i più importanti eventi legati all’arte la Luxembourg Art Week, che si svolgerà nel mese di novembre e durante il quale verranno allestite sessanta gallerie provenienti da numerosi paesi del mondo. Inoltre, la "Settimana dell’Arte" sarà arricchita dal tradizionale appuntamento con il Salon du Cercle Artistique, una rassegna aperta al pubblico a carattere letterario, cinematografico e non solo.
Il 12 ottobre invece, avrà luogo la Notte dei musei, un evento che vuole dare spazio alle raccolte museali lussemburghesi. Dalle ore 18.00 fino a tarda sera, sarà possibile apprezzare le opere conservate nei musei della Capitale e partecipare a spettacoli ed eventi tematici.
Spostandosi nella vicinissima Regione delle Ardenne, da visitare la Mostra The Family of Man, ospitata all’interno del Castello di Clervaux. La mostra è composta da 503 fotografie di 273 artisti, provenienti da 68 paesi, riunite da Edward Steichen per il New York Museum of Modern Art (MoMA). Presentata per la prima volta nel 1955, la mostra era intesa come un manifesto per la pace e l'uguaglianza, espressa attraverso la fotografia umanistica degli anni del dopoguerra. Dopo aver girato il mondo, la versione integrale della mostra è stata installata in modo permanente nel castello di Clervaux nel 1994. Dalla sua creazione, dopo aver attirato oltre 10 milioni di visitatori, The Family of Man è entrata nella storia della fotografia come una mostra leggendaria. Nel 2003 la collezione è stata iscritta nel registro della Memoria del mondo dell'UNESCO.
Scoprire e visitare il Lussemburgo risparmiando tempo e denaro è facile grazie alla Luxembourg Card, una formula ideale per gli appassionati di arte e cultura. Si può scegliere tra tre diverse soluzioni: 1, 2 o 3 giorni ed è possibile avere l'accesso gratuito o ridotto presso oltre 60 musei e attrazioni turistiche in tutto il Lussemburgo. Inoltre, la card consente di viaggiare gratuitamente su treni e autobus di tutto lo Stato.
Raggiungere il Granducato dalle più importanti destinazioni italiane è semplice e veloce grazie ai voli Luxair. La compagnia aerea lussemburghese propone infatti collegamenti quotidiani da Milano, Roma e Venezia, con, con prezzi che partono da soli 79 euro andata e ritorno.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: