Valtellina una palestra a cielo aperto… per tutte le età

Pubblicato il: 02/04/2019
Autore: Redazione GreenCity

Con l’arrivo della bella stagione, la natura sprigiona mille sfumature di verde. Dalle esperienze per i più piccoli allo sport per tutti, tante le attività da provare all’aria aperta.

La natura cambia i suoi colori. È possibile ammirare la trasformazione del paesaggio valtellinese pedalando lungo il Sentiero Valtellina che costeggia le rive del fiume Adda per 114 chilometri,oppure lungo i 42 chilometri della Ciclabile della Valchiavenna. 
I due tracciati, per lo più pianeggianti o con pendenze lievi, sono alla portata di tutti, anche di famiglie con bambini. Si può scegliere anche solo di esplorarne un breve tratto, fermandosi per un picnic in una delle numerose aree di sosta. La ferrovia corre parallela a buona parte dei due tracciati, si può quindi arrivare e ripartire in treno anche portando con sé la propria bicicletta. 
Quest’anno inoltre, il Sentiero Valtellina si arricchisce di tre aree sportive: il 6 aprile verrà inaugurata lo Skate Park di Sondrio; il 12 aprile il Pump Track a Poggiridenti e il 20 aprile il Fitness Park di Piateda.
Grazie al servizio Rent a Bike, tra Tirano, Morbegno e Sondrio fino a Colico sono disponibili per il noleggio quasi 300 biciclette
(mountain bike, city bike, tandem ed e-bike) per esplorare tutto il territorio in massima libertà. Le bici, infatti, possono essere noleggiate in un punto Rent a Bike e consegnate in un altro punto. Inoltre guide qualificate propongono emozionanti tour e un comodo servizio shuttle offre assistenza in caso di necessità.
Per chi invece predilige la mountain bike, la Valtellina è un’immensa palestra a cielo aperto. In ogni angolo è possibile scoprire un percorso: dai più semplici ai più tecnici e impegnativi. Un percorso adatto per la mountain bike è il Sentiero Rusca che conduce dalle porte di Sondrio fino alla Valmalenco lungo il quale si possono ammirare paesaggi mozzafiato.
nfine gli appassionati di ciclismo su strada potranno competere con se stessi ripercorrendo le mitiche salite del giro d’Italia. Tra i passi che, a partire da maggio, si potranno affrontare ci sono: Stelvio, Gavia e Mortirolo. Questi ultimi due saranno protagonisti assoluti della tappa Lovere - Ponte di Legno del 28 maggio 2019.
 
 
La Valtellina è un territorio da scoprire anche a ritmo lento, passeggiando lungo i numerosi sentieri.
Durante la bella stagione, quando la neve lascia spazio al verde, si possono fare diverse passeggiate come quella lungo la Via dei Terrazzamenti; tra i meleti in fiore e per ammirare la Cascate dell’Acqua Fraggia.
La Via dei Terrazzamenti, percorribile sia a piedi che in bicicletta, è un percorso situato sul versante delle Alpi Retiche tra Morbegno e Tirano che racconta  la storia del lavoro dell’uomo che nei secoli è riuscito a rendere coltivabile le pendici di queste montagne, costruendo 70 chilometri di vigneti terrazzati. 

Nella zona di Tirano e media Valtellina, è possibile ammirare lo spettacolo dei meleti in fiore che normalmente sbocciano tra aprile e maggio.
Invece a Piuro, in Valchiavenna, meritano di essere visitate le Cascate dell’Acquafraggia incorniciate - in questo periodo - da germogli e fiori degli alberi circostanti. Un vero e proprio monumento naturale raggiungibile sia a piedi che in auto.
Altro suggestivo percorso è il Sentiero dei Castelli che coinvolge otto comuni nella zona di Tirano, collegati da un unico itinerario tra chiese, castelli, torri e reperti archeologici di notevole rilievo per la storia etnografica valtellinese.
I più audaci e avventurosi potranno cimentarsi invece nella via ferrata della Valchiavenna. Questo percorso, che si è concluso nel 2015, ha permesso di riscoprire un itinerario storico dal quale ammirare lo stupendo panorama che spazia dal Lago di Mezzola, al Pizzo di Prata, al Pizzo Badile, alle cime dello Spluga. Per chi volesse è possibile affrontare la risalita anche accompagnati da una guida alpina.
Per chi ancora non vuole rinunciare allo sci, la Valtellina è la meta ideale per godersi l’ultima neve.
Livigno si scia fino al primo di maggio, grazie all’altitudine a cui si trovano i 115 chilometri di piste (tra 1.800 e i 2.900 metri di quota) disposti su due versanti di montagna; anche a Bormio la stagione sciistica sarà aperta fino al giorno di Pasquetta, il 22 aprile. A Chiesa in Valmalenco e ad Aprica, invece, gli impianti di risalita resteranno aperti rispettivamente fino al 12 aprile e al 7 aprile. Infine a Madesimo, si scia fino al 22 aprile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di GreenCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Categorie: Green Life

Canali Social: