Nel 2016 l’auto “verde” seduce gli italiani

Pubblicato il: 07/12/2016
Autore: Redazione GreenCity

I motori ecologici sono il tema più trattato sui media in relazione all'auto, alla sicurezza stradale dedicati solo 1/5 degli spazi riservati all'auto green.

Le auto ecologiche sono il chiodo fisso degli italiani: anche se non sono in molti ad acquistarle, tutti vogliono conoscerle e saperne di più.
Benché infatti i veicoli ibridi ed elettici siano solo il 2,2% di quelli immatricolati nel Paese nell'ultimo anno, l'alimentazione "pulita" rappresenta il tema di cui si è parlato di più sui media nel 2016 in relazione al settore automobilistico. I motori green hanno generato più interesse della tecnologia in auto e della sicurezza stradale.
È quanto emerge da uno studio sul settore automotive condotto in occasione del Motor Show di Bologna da L'Eco della Stampa, tra i più importanti operatori europei nell'industria del media intelligence, che ha analizzato gli articoli apparsi sulle principali testate italiane nel corso dell'anno. 
Sono stati oltre 187.000 gli articoli che giornali e siti web hanno dedicato, da gennaio a oggi, alle auto ecologiche. In particolare agenerare interesse è soprattutto l'alimentazione elettrica, citata in ben 78.218 articoli. Ampio spazio anche alla futuristica auto solare, con 19.471 pezzi. Seguono i carburanti alternativi più diffusi, metano e GPL, rispettivamente a quota 6.394 e 5.723. All'idrogeno sono dedicati 3.301 articoli. Quando si analizzano i marchi automobilistici maggiormente associati al tema delle auto ecologiche, a piazzarsi al primo posto è Tesla (12.625 pezzi), seguita da BMW (8.138) e Volkswagen (7.395). 
Grande attenzione anche alla tecnologia applicata al mondo delle quattro ruote, che fa registrare 93.017 articoli. Il tema principe è quello dell'auto connessa, di cui si è parlato in 28.593 casi. Forte curiosità ha destato anche l'auto a guida autonoma: il tema è stato trattato in 22.235 pezzi, spesso dedicati alle grandi aziende tech che hanno tentato l'avventura della "self-driving car". A farla da padrone è Google, con 3.432 articoli, seguita da Apple a quota 1.783 e da Microsoft, a grande distanza, con soli 385 pezzi. 
Fanalino di coda è la grande emergenza dell'incidentalità sulle strade, a cui è stata riservata molta meno attenzione. Di sicurezza stradale parlano solo 34.147 articoli, appena un quinto di quelli dedicati ai motori ecologici e un terzo di quelli relativi alla tecnologia in auto. Quasi la metà (15.362) cita il tema dell'omicidio stradale. Tra i principali fattori di rischio al volante, lo spazio maggiore è dedicato alla velocità, di cui si parla in 6.541 pezzi. Sale, però, anche la consapevolezza sull'uso del cellulare alla guida, che è trattato in 2.968 articoli. Di guida sotto gli effetti di alcol e droga si parla in 2.237 casi. 

Categorie: Mobilità

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: