Auto elettriche: Milano vuole punti di ricarica in città

Pubblicato il: 14/09/2012
Autore: Redazione GreenCity

Il Comune di Milano sta studiando le regole per aumentare gli spazi di ricarica per le auto elettriche.

Dal 17 settembre, giorno di riattivazione delle telecamere di Area C, le auto elettriche potranno continuare ad accedere gratuitamente nella Ztl Cerchia dei Bastioni, così come potranno circolare durante la ‘domenicAspasso' del 16 settembre.
Il Comune di Milano, intanto, sta lavorando per individuare alcune regole per l'installazione di nuove colonnine di ricarica su spazio pubblico, che agevolino sempre più l'utilizzo dei veicoli elettrici in città.

"Abbiamo intenzione nei prossimi mesi di creare le condizioni perché aumentino sempre più i punti di ricarica in città e stiamo facendo anche un lavoro sulla logistica delle merci, con l'obiettivo che l'ultimo miglio di consegna sia fatto con mezzi elettrici. Il Comune, per esempio attraverso Area C e le ‘domenicAspasso', mette in evidenza l'importanza dei mezzi elettrici nel tessuto urbano e il ruolo fondamentale che la mobilità sostenibile deve avere a Milano", ha dichiarato l'assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran, durante la presentazione di Elettrocity, una quattro giorni dedicata alla mobilità elettrica (organizzata da Via Foppa 49, in collaborazione con Terre di Mezzo Eventi), che fino al 16 settembre permetterà a tutti i cittadini di conoscere e provare oltre 50 modelli di veicoli elettrici (dai personal mover alle automobili).
Ad oggi, a Milano, per gli iscritti al servizio ‘E-moving' di A2A, sono attive 26 aree di ricarica pubblica, di cui 21 singole e 5 doppie, per un totale di 31 colonnine di ricarica, corrispondenti a 62 punti sul suolo pubblico.
Dal sito www.e-moving.it è possibile effettuare la registrazione e scaricare un'applicazione sul cellulare che permette di individuare la colonnina più vicina, verso la quale si viene anche guidati. Infine, chi visiterà Elettrocity con il suo veicolo elettrico potrà ricaricarlo gratuitamente sul posto.

"Favorire un tipo diverso di mobilità è importante, per l'oggi e per il futuro. Siamo convinti che in pochi anni l'elettrico diventerà un'alternativa vera, non solo per i privati, ma anche per le aziende, per il trasporto pubblico o per i taxi. Anche in periodi di crisi, infatti, l'elettrico risponde alle esigenze di mercato in modo concreto", ha concluso l'assessore Maran.

Categorie: Mobilità

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: