Al Parco Verde di Caivano i ragazzi giocano su campi sportivi e aree gioco in gomma riciclata

Pubblicato il: 04/04/2017
Autore: Redazione GreenCity

La città di Caivano ha un nuovo campo da gioco polivalente per calcio, basket, pallavolo e una nuova area giochi realizzati grazie a 15.000 kg di gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso.

Un nuovo spazio di aggregazione e socializzazione per i giovani del Parco Verde di Caivano. E' questo il risultato più importante raggiunto con l'inaugurazione di oggi del nuovo campo sportivo e della nuova area giochi, realizzati grazie alla gomma riciclata dai Pneumatici Fuori Uso, i PFU, nella Villetta Comunale del quartiere Parco Verde. Un intervento dal grande valore sociale per supportare chi ogni giorno si impegna a costruire un futuro di speranza e legalità per i tanti giovanissimi abitanti del quartiere. 
L'utilizzo della gomma riciclata rappresenta poi un risultato nel risultato, dato che è frutto del recupero e riciclo anche dei Pneumatici Fuori Uso abbandonati sul territorio e prelevati grazie al "Protocollo per interventi di gestione straordinaria dei Pneumatici Fuori Uso abbandonati nella Terra dei fuochi".
Il Protocollo, firmato da Ministero dell'Ambiente, Incaricato per il contrasto dei roghi in Campania, Prefetture e Comuni di Napoli e Caserta ed Ecopneus, ha già consentito di rimuovere oltre 16.000 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso dal territorio della Terra dei fuochi. Questi PFU sono stati così sottratti alle pratiche criminali che li fanno diventare spesso innesco per i roghi che affliggono questo territorio e sono stati invece recuperati per ottenerne gomma riciclata per tante valide applicazioni, come i nuovi spazi per lo sport e il gioco realizzati a Caivano. 
La riqualificazione della Villa Comunale di Caivano, nel cuore del quartiere Parco Verde, parte da lontano, dall'impegno di volontari e associazioni del territorio per dare ai 1.200 bambini che vivono nel quartiere dei nuovi spazi di aggregazione dove poter giocare e divertirsi, lontano dalla strada. In prima fila tra queste l'associazione "Un'infanzia da vivere", che ha ricevuto dal Comune il comodato d'uso della Villa Comunale e che grazie al lavoro di volontari e cittadini ha avviato da tempo la riqualificazione dell'area: panchine e fioriere ridipinte, aiuole risistemate, attività per i bambini, fino alla segnalazione inviata al "Comitato di Vigilanza sul Protocollo", che ha portato all'inaugurazione di quest'oggi. 

Categorie: Green Life

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: