Un angolo di Terra dei fuochi rinasce con la gomma da riciclo

Pubblicato il: 20/05/2016
Autore: Redazione GreenCity

Il messaggio del ministro Galletti: "Serve rilancio d'immagine dopo tante generalizzazioni, si parte da sensibilità ragazzi ed esempio riciclo pneumatici".

Esprimere con una fotografia quanto la Terra dei fuochi non sia solo luogo di roghi e disastri ambientali ma soprattutto di bellezze naturali e patrimoni artistici, culla di civiltà.
Questo l'obiettivo dei due concorsi fotografici, uno rivolto a tutti i cittadini e l'altro alle scuole del territorio, che hanno messo in palio interventi di riqualificazione con la gomma da riciclo dei Pneumatici Fuori Uso-PFU. L'iniziativa rientra nelle attività di informazione e sensibilizzazione legate al "Protocollo per il prelievo dei Pneumatici Fuori Uso abbandonati nella Terra dei fuochi", firmato da Ministero dell'Ambiente, Incaricato del Governo per i roghi di rifiuti in Campania, Prefetture e Comuni di Napoli e Caserta ed Ecopneus. I vincitori sono stati annunciati nel corso di una mattinata di racconti e testimonianze di riscatto ambientale e sociale del territorio che si è svolta al Teatro Sannazaro di Napoli alla presenza delle Istituzioni e di oltre 300 studenti. Sono state circa 100 le fotografie arrivate per il contest fotografico rivolto ai cittadini "RiScatta la Terra dei fuochi" e oltre 350 quelle per il concorso rivolto invece alle scuole, che hanno ricevuto complessivamente quasi 7.000 voti attraverso il sito www.ioscelgolastradagiusta.it
"Per il rilancio ambientale delle province di Napoli e Caserta – afferma il ministro dell'Ambiente Gian LucaGalletti – il governo ha messo in campo uno sforzo congiunto, con risorse nuove e una seria programmazione fondata sulla certezza scientifica. Questo non basterà senza un profondo lavoro culturale, anche di rilancio d'immagine per quelle terre troppe volte oggetto di generalizzazioni. Serve allora guardare all'esempio positivo del riciclo degli pneumatici: di chi sa trasformare una gomma che rischia di diventare un rogo pericoloso in un terreno da parco giochi. La grande rivoluzione culturale per la Campania e per il resto del Paese parte dai giovani: l'esempio oggi è la sensibilità dei ragazzi campani partecipanti al concorso, che scattando un'istantanea del presente, fotografano quel futuro senza inquinamento di cui dovranno essere attori protagonisti". 
A vincere il contest fotografico rivolto ai cittadini è stato Vincenzo Borzacchiello con una fotografia raffigurante gli aironi all'interno dell'Oasi dei Variconi, alla foce del fiume Volturno. Grazie alla sua fotografia il Comune di Sant'Antimo riceverà in dono la riqualificazione di un'area giochi per bambini nella Villetta Cavour di via Roma. A vincere invece il concorso rivolto alle scuole "Terra dei fuochi, terra di bellezza", realizzato in collaborazione con Legambiente, è stato l'I.C. 88° Eduardo De Filippo di Napoli che riceverà in dono il rifacimento del proprio impianto sportivo scolastico. Alla seconda e terza classificata, l'I.C. M. Beneventano di Ottaviano (NA) e l'I.C. Giovanni XXIII - Aliotta di Napoli, andranno pavimentazioni, panchine e arredi, realizzati sempre con la gomma da riciclo.

Categorie: Green Life

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: