Baden-Württemberg: nell'anno dei giardini sbocciano le proposte green

Pubblicato il: 10/05/2016
Autore: Redazione GreenCity

La regione del Baden-Württemberg, nel sud-ovest della Germania, confina con Francia e Svizzera ed è facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, treno o aereo.

In un crescendo di fioriture, da quelle più timide di primavera a quelle quasi sfacciate d’estate, il Baden Württemberg esplode in tutta la sua policroma bellezza. È tempo di itinerari nel verde dei numerosi parchi e giardini del territorio, che si trasformano ora in vivaci tavolozze dai mille colori. Sbocciano le proposte a tema, per i gli appassionati del genere.
A sostegno della campagna 2016 dell’associazione Staatliche Schlösser und Gärten Baden-Württemberg, dedicata al tema “L’universo dei giardini, delizie per i sensi”, non solo aperture straordinarie e visite guidate ai principali gioielli verdi della regione ma anche mostre, programmi per famiglie, feste e spettacoli all’aperto e persino –al castello di Schwetzingen- uno sguardo al ruolo e ai segreti dei giardinieri di corte nei secoli.
Tutte le iniziative per l’anno dei giardini sono consultabili ai siti Internet www.welt-der-gaerten2016.de e www.schloesser-und-gaerten.de.
È disponibile anche la Schlosscard Plus, che al costo di 36 euro consente l’ingresso in 24 siti e la partecipazione a 4 tra gli eventi a tema in programma in castelli, giardini e conventi.Tornano le belle giornate ed è di nuovo tempo di regalarsi qualche breve fuga, all’insegna di arte, cultura, gola e passeggiate nel verde. Perfette per un citybreak di primavera le città del Baden Württemberg, che si affacciano alla nuova stagione con numerosi spunti per brevi ma intensi soggiorni. www.tourismus-bw.de.

Un’isola in fiore 

mod4-schloss-mainau-und-schlosskirche-st-marien-f--r-jahresmotto-2016--inselmainau-peter-allgaier.jpg

Come non cominciare il nostro omaggio ai capolavori del verde del Baden Württemberg dal Lago di Costanza e dalla sua splendida isola-giardino? Mainau -45 ettari di eden “galleggiante”- è nota in tutto il mondo come l’isola dei fiori. In continua, straordinaria evoluzione, sfoggia ora tappeti infiniti di tulipani, narcisi e altri bulbi, folti cespugli di rododendri, arbusti odorosi di rose, coloratissime dalie, che con la loro fioritura si inchinano tutti allo spettacolo perenne di alberi secolari e maestosi. Sull’isola convivono specie mediterranee ed esotiche, piante comuni e rare, scorci naturali e gigantesche sculture floreali, monumenti verdi –come l’arboreto, la collezione di palme e quella di agrumi- ma anche storici, come il castello e la chiesa barocchi. Per i più piccoli, anche tre parchi giochi e la fattoria con gli animali. Numerosi nella bella stagione gli appuntamenti all’aperto sull’isola: concerti, spettacoli e feste. 


La Versailles di Svevia 

bl--ba-allgemein-0006----tourismus-events-ludwigsburg.jpg
In fatto di giardini storici e capolavori di architettura verde, lo scettro spetta certamente a Ludwigsburg, la cui splendida residenza settecentesca, circondata da un parco curatissimo e monumentale è non a caso paragonata a Versailles. Estro della natura e mano dell’uomo si fondono qui in tale e totale armonia, da aver coniato per il sito costituito da castello, parco e annessi la definizione di “blühendes Barock”, ovvero il barocco in fiore. O volendo, il fior fiore del barocco. Perché comunque la si guardi, stiamo parlando di un tripudio di eleganza in cui monumento storico e monumento verde si compenetrano. Se qui da marzo a novembre va in scena un continuo, mutante spettacolo sotto il cielo, è certamente ora che comincia il bello. Anzi, il Bello. Non solo una girandola di colori e profumi che quasi stordisce, ma anche iniziative stagionali di grandissimo richiamo. Primi fra tutti gli inimitabili e spettacolari fuochi d’artificio che al ritmo della musica classica nella sera del 2 luglio ricamano la facciata barocca del castello e il cielo sopra il parco.
Ancora musica e ancora giochi pirotecnici il 16 luglio, questa volta sullo sfondo romanticissimo della residenza di Monrepos, affacciata su un laghetto e cornice per l’occasione di un grande concerto all’aperto con brani classici noti per essere colonne sonore di celebri film.
Tutta la magia di luci silenziose, invece, nella notte delle lanterne, in programma il 27 agosto. In una coreografia di luci e lampioni, un corteo di lanterne si muove dal giardino reale alla volta di Emichsburg, dove va in scena il gran finale con uno spettacolo di luci d’artista. E siccome può apparir scontato definire lo scenario di Ludwigsburg e del suo castello con parco un luogo di favola, è bene si sappia che qui le favole vanno in scena davvero, nel Giardino delle Fiabe che tanto appassiona i bambini e i sempre-bambini.  Un micromondo popolato da re e regine, principesse e cavalieri, personaggi fantastici e i beniamini di 30 tra le più belle fiabe del mondo. Un universo fatato che il 30 e 31 luglio si fa ancora più incantato grazie alla festa delle fiabe, con avventure senza tempo, cantastorie e tante sorprese.
 https://www.ludwigsburg.de  http://www.blueba.dehttp://www.schloss-ludwigsburg.de


Bad Mergentheim: teutonica, ma con un tocco british  

schellenh--uschen-mit-radfahrern-im-schlosspark--stadt-bad-mergentheim-r.jpg
Meno clamoroso forse, non certo paragonabile a una reggia ma comunque degno di nota anche il castello di Bad Mergentheim, nota soprattutto come località termale ma anche custode di un vero e proprio monumento di storia e di verde. Emblema di un passato glorioso che vede la città legata indissolubilmente all’Ordine Teutonico, il castello riassume anche architettonicamente una storia movimentata con elementi che vanno dal romanico al neoclassico e punte di vera eccellenza come la chiesa barocca, firmata da illustri artisti come per esempio François de Cuvilliès.
La residenza è oggi sede museale, con raccolte e collezioni permanenti molto pregiate che con opere d’arte e reperti antichi raccontano gli 800 anni di storia teutonica, ma anche assai curiosi, come la collezione di oltre 40 cucinini ma anche stanze, negozi e altre ambientazioni per bambole. Naturalmente il castello offre la sua cornice anche a esposizioni temporanee.
Inutile dire che in questa stagione il vero spettacolo va in scena appena fuori dalla soglia della nobile residenza, nello splendido giardino all’inglese, aperto al pubblico e facilmente raggiungibile a piedi anche dal centro città. In un paesaggio ordinato ed elegante si alternano vialetti tra le aiuole, statue, corsi d’acqua scavalcati da romantici ponticelli, pozze e laghetti lucenti, padiglioni anche esotici (come quello in stile cinese) e chioschi. Un bel percorso botanico conduce alla scoperta di alberi, arbusti e cespugli censiti e descritti da appositi cartelli. Non da meno il parco termale, con il giardino giapponese, il roseto, aiuole variopinte, fontane e giochi d’acqua.
www.bad-mergentheim.de


COME ARRIVARE 
Il Baden-Württemberg è facilmente raggiungibile dall’Italia in auto, treno o aereo. In particolare l’Aeroporto di Stoccarda - www.stuttgart-airport.com - è il punto di partenza ideale per raggiungere le diverse regioni turistiche ed è ottimamente collegato all’Italia. 

Categorie: Green Life

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: