Riprendono nel 2016 le Gp EcoRun: prima tappa a Giussago

Pubblicato il: 19/04/2016
Autore: Redazione GreenCity

Le GP EcoRun sono marce non competitive che associano il benessere fisico di una sana corsa alla scoperta dei territori Green d'Italia.

 

La prossima tappa delle le Gp EcoRun è prevista per domenica 22 maggio, quando si correrà nella giornata della biodiversità nel Parco agricolo Sud in località Cascina Darsena, a Giussago nel Comprensorio Neorurale della Cassinazza.
L'idea è quella mettere piede nei Comuni Green italiani e quindi visitare sentieri, parchi, piste ciclabili nel cuore di piccole grandi città che animano laSostenibilità. Per questo sono nate le GP EcoRun vere e proprie campestri che permettono ai concorrenti di partecipare a una iniziativa a impatto zero.
Con la consulenza dell'EcoIstituto di Bolzano, infatti, si calcolerà tutta la CO2 prodotta dall'organizzazione e dalla partecipazione alla gara e la si andrà a compensare consegnando ai concorrenti semi di piante autoctone (querce, faggi, ma anche semi di mimosa e glicine) da far crescere con cura.
La Cascina Darsena sarà un ottima cornice. Situata alle porte di Milano è un esempio virtuoso di territorio Neorurale, in cui gli obiettivi di produzione agricola si realizzano in linea con quelli di aumento della qualità del paesaggio, della biodiversità e della produzione di valore ambientale complessivo. Scoprirla durante la corsa sarà una doppia boccata di ossigeno.
Ci teniamo all'ambiente! Edizioni Green Planner, cui si deve l'ideazione del format patrocinato da Ministero dell'Ambiente, Patto dei Sindaci, Enea, Fondazione Cariplo e Cnr fornirà ai partecipanti tutta una serie di buone pratiche per giungere alla tappa in piena mobilità sostenibile. Sul sito della manifestazione, infatti, si possono recuperare:
  • orari dei treni su cui caricare le biciclette per raggiungere la partenza
  • scambi di passaggi attraverso i siti di car sharing (se attivati in zona)
  • informazioni sulle modalità di car pooling
  • piste ciclabili da percorrere per giungere alla partenza senza inquinare
Nel dettaglio le GP EcoRun prevedono anche:
  • uso allargato di prodotti certificati come sostenibili
  • mezzi di comunicazione a impatto zero o con compensazione
  • stampa di locandine su carta certificata FSC e in loco (a cura dei Comuni)
  • prodotti il più possibile a km zero (altrimenti anche questi saranno oggetto di calcolo della CO2 prodotta)
  • raccolta differenziata in loco
  • l'acqua distribuita è quella del Sindaco
Alla GP EcoRun sono invitati a partecipare i runner, ma anche le famiglie e i bambini. A loro in particolare è dedicato il percorso dell'Abbecedario della sostenibilità. Un gioco che porta con sé piccoli e divertenti consigli per inquinare e sprecare il meno possibile.Ricco il pacco gara che verrà consegnato ai partecipanti. Costi iscrizione: 5 euro (gratis i bambini sotto i 4 anni). Bene accetti anche i cani che possono correre al guinzaglio con i padroni.
Per ulteriori informazioni: redazione@greenplanner.it.


Categorie: Green Life

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: