Al parco divertimenti Leolandia arriva l'orto didattico

Pubblicato il: 14/04/2016
Autore: Redazione GreenCity

L’orto didattico si sviluppa all’interno dell’area Expo 1906 su una superficie di circa 1.700 metri quadrati dove è già possibile osservare diverse varietà di piante, colture, ortaggi, e alberi da frutta, raccontati grazie a cartelli descrittivi dettagliati.

A Leolandia è arrivata un'altra grande novità: un vero e proprio orto dove i bambini potranno scoprire i segreti della terra, osservare dal vivo i suoi frutti nelle diverse fasi della crescita e scoprirne la stagionalità.
Realizzato in collaborazione con Flortis, marchio leader nello sviluppo, nella produzione e nella distribuzione dei prodotti per la cura di piante e fiori, l'orto didattico di Leolandia verrà ufficialmente inaugurato sabato 23 aprile, con il rito di posizionamento degli spaventapasseri, i simpatici guardiani dell'area, e una serie di attività in cui grandi e piccini non solo potranno ascoltare un esperto Flortis raccontare interessanti curiosità su piante e ortaggi, ma anche mettere alla prova il proprio pollice verde con la semina di una piantina che porteranno poi a casa come ricordo della giornata.
L'orto è aperto al pubblico tutti i giorni, ma è già possibile iscriversi alle attività del 23 aprile scrivendo a eventi@leolandia.it entro giovedì 21 aprile e acquistare i biglietti su leolandia.it.
In particolare, l’orto di Leolandia ospita 10 stalli a terra con ortaggi che variano a seconda delle stagioni (questo mese carote, patate, piselli, insalate e rapanelli, oltre ad aglio e cipolla); 5 filari con piccoli frutti (fragole, more, lamponi, mirtilli e ribes), 12 piante da frutto (mele, pere, pesche e ciliegie), oltre a 65m2 di piante aromatiche.
A completare l’area, una casetta degli attrezzi e una grande serra adibita a laboratorio coperto per il nuovo progetto didattico dedicato alle scuole: i piccoli alunni, guidati da un esperto agricoltore, potranno osservare le piante da vicino, scoprire quali sono gli amici e i nemici dei prodotti della terra, lavorare insieme alla preparazione dei semi e osservare da vicino la nascita delle piante, fino a scoprire tutte le fasi della crescita ed occuparsi del primo travaso.
L’iniziativa ha come obiettivo quello di sensibilizzare ancora una volta grandi e piccini al rispetto per l’ambiente e conferma l’impegno di Leolandia nel diventare un parco a impatto quasi zero. Dopo l’introduzione nel 2013 di stoviglie biodegradabili e compostabili in tutti i punti ristoro, che permettono di gettare nella frazione organica tutto quanto c’è sul vassoio, in questo modo il ciclo si chiude: i rifiuti umidi verranno infatti inviati ad un impianto di compostaggio, che li trasformerà in terriccio fertile in parte utilizzato proprio per concimare l’orto.
Il parco da anni dimostra un’attenzione particolare nei confronti dell’ambiente, grazie a una serie di iniziative concrete e quotidiane: l’utilizzo di energia derivante da fonti rinnovabili per il funzionamento di tutte le attrazioni, l’impiego di carta riciclata per la stampa di tutto il materiale informativo, l’introduzione di 21 compattatori di bottigliette PET, l’utilizzo di gomma riciclata proveniente da pneumatici fuori uso per i tappeti anti trauma delle aree gioco, fino ad arrivare ad una riduzione dei rifiuti indifferenziati di oltre il 30% pro-capite dal 2011 ad oggi.

Categorie: Green Life

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: