Ambiente: Terra dei Fuochi, Galletti - Carabinieri, intensificata azione anti-inquinamento

Pubblicato il: 16/03/2017
Autore: Redazione GreenCity

I risultati dei controlli dell’Arma dei Carabinieri nella “Terra dei Fuochi”: 3 arresti, 142 persone deferite in stato di libertà, numerose sanzioni amministrative e sequestri.

Intensificati i controlli e le azioni di contrasto nel territorio delle province di Napoli e Caserta, e più in particolare nella zona nota come “Terra dei Fuochi” da parte dei Carabinieri dei Comandi Provinciali di Napoli e Caserta supportati da quelli del Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare Carabinieri e del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro.  
Rilevanti i risultati ottenuti: 3 arresti, 142 persone deferite in stato di libertà, 62 sanzioni amministrative e numerosissimi sequestri.
I dati sono stati presentati oggi a Roma, nella sede del Ministero dell’Ambiente, dal Ministro Gian Luca Galletti e dal Comandante delle Unità per la Tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare Carabinieri, Generale di Corpo d’ArmataAntonio Ricciardi.
Così il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti: “Nelle province di Napoli e Caserta – afferma il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti – lo Stato è impegnato ogni giorno sul campo contro i business criminali: per questo è tanto necessaria e apprezzabile l’intensificata azione di legalità dell’Arma dei Carabinieri nella cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’ con il lavoro delle nuove unità CUTFAA, la struttura di polizia specializzata in materia forestale, ambientale ed agroalimentare più grande d’Europa. Oggi – spiega Galletti - abbiamo certezze scientifiche sui terreni a rischio e su quelli sicuri, attività di bonifica in campo a partire dall’area vasta, progetti innovativi di monitoraggio, ingenti risorse messe a sistema con il Patto per la Campania, senza dimenticare gli ecoreati nel codice penale: tanti motivi, assieme all’imprescindibile azione di magistrati e forze dell’ordine, per essere ottimisti sul futuro ambientale e socioeconomico delle due province”.

Categorie: Ambiente

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: