Greenpeace a Renzi: aspettiamo il confronto promesso, il referendum è vicino

Pubblicato il: 06/04/2016
Autore: Redazione GreenCity

Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia: "Renzi dice di voler arrivare al 50% di rinnovabili elettriche entro il 2018, ma questo governo invece ha affossato le rinnovabili e promosso le trivelle".

Greenpeace ribatte su Twitter al premier Matteo Renzi che in diretta su Facebook e Twitter #matteorisponde ha risposto all’associazione ambientalista, dichiarandosi pronto a un confronto pubblico su trivelle e rinnovabili.
“Renzi è convinto, come ci ha risposto con un tweet, che il solare non possa fare più del 7%, eppure numerosi studi dimostrano il contrario ed Elon Munsk, l’imprenditore che ha lanciato la Tesla, sostiene che il solare può coprire il fabbisogno energetico dell’intera Cina” commenta Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo di Greenpeace Italia.  “Ci auguriamo che il premier mantenga l’impegno preso oggi a incontrarci in un confronto pubblico. Renzi dice di voler arrivare al 50% di rinnovabili elettriche entro il 2018, ma questo governo invece ha affossato le rinnovabili e promosso le trivelle. In questo modo il settore sta perdendo migliaia di posti di lavoro”.

Categorie: Ambiente

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Canali Social: